Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Inter, Modric e le spallate al Real Madrid
© Getty Images
0

Inter, Modric e le spallate al Real Madrid

Solo Kovacic e Varane presenti a Valdebebas. Goffa la retromarcia del club

di Stefano Pasquino lunedì 6 agosto 2018

TORINO - Fino a due giorni fa era stato raccontato come Luka Modric avesse deciso di tagliarsi qualche giorno di vacanza pur di agevolare la sua presenza nella sfida di Tallinn con l’Atletico Madrid valida per la Supercoppa Uefa. Ieri mattina invece ad allenarsi a Valdebebas si sono presentati soltanto Raphaël Varane e Mateo Kovacic che - fino a prova contraria - erano presenti, proprio come il centrocampista, nella finale Mondiale di Mosca. Il Real Madrid ha parlato genericamente di un difetto di comunicazione e ha affidato a Julen Lopetegui il compito di provare a smorzare le polemiche dopo l’amichevole giocata (e vinta per 3-1) con la Juventus: «Su Modric ha già risposto il presidente - le parole dell’allenatore - e io non ho molto altro da aggiungere. Luka è un giocatore straordinario, noi lo aspettiamo a braccia aperte. Gli ho parlato dopo i Mondiali e abbiamo deciso di farlo tornare l’8 agosto, per iniziare a lavorare con noi e vedere se può essere presente il 15 agosto nel primo grande appuntamento della stagione.Ce lo siamo goduti e continueremo a farlo: ho detto a Luka che è un giocatore a cui sono appassionato: lo adoro e lui lo sa, sarà felice di giocare nel Real Madrid, come lo era già. Se sono tranquillo sul fatto che continuerà con noi? Luka è un giocatore del Real Madrid e continuerà ad esserlo, non ho dubbi. Ce lo siamo goduti e continueremo a farlo».

Real, le alternative a Modric a centrocampo

L’ORO DI NANCHINO La partita però è quanto mai aperta e mercoledì - nell’attesissimo faccia a faccia con Florentino Perez - si capirà quante possibilità ha l’Inter di attuare il golpe. Anche perché il presidente del Real, anche qualora cedesse (suo malgrado) alle volontà del croato, dovrebbe rendere l’operazione economicamente realizzabile per l’Inter che punta anche per il miglior giocatore del mondiale alla solita formula, il prestito (che nel caso in questione sarebbe onerosissimo) con diritto di riscatto. Ultimo dei problemi per Ausilio sarebbe invece accontentare i desiderata del giocatore: in tal caso tutte le pratiche sono state incanalate dal blitz milanese di Lemic e Mijatovic, coadiuvati nella loro missione da Beppe Riso. Tra l’altro Suning - che vorrebbe fare di Modric l’icona Mondiale per il gruppo - ha prospettato un doppio binario per monetizzare un crepuscolo dorato di carriera. Il croato, oltre agli anni all’Inter (se vorrà) potrà svernare nella Super League cinese allo Jiangsu.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

 

Commenti

Potrebbero interessarti

La Prima Pagina