Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

0

Tutti i retroscena: così la Juventus ha preso Cristiano Ronaldo

Dal ruolo di Perez alla volontà del giocatore: vi raccontiamo in esclusiva come è stato chiuso l'affare del secolo

 Guido Vaciago mercoledì 15 agosto 2018

 

Quando Mendes si è presentato da Perez con l’offerta da 100 milioni controfirmata da Andrea Agnelli, il presidente ha tenuto fede alla sua parola. Un gesto di grande signorilità, visto che non c’era nulla di scritto, ma solo una stretta di mano. Una circostanza nella quale hanno certamente inciso i buoni rapporti fra i due club e il modo con cui la Juventus si è comportata, senza forzare la mano e mantenendo un profilo di grande rispetto nei confronti del Real durante i giorni caldi del passaggio del giocatore. Perez, mantenendo la sua promessa, però ha richiesto che Ronaldo si prendesse tutte le responsabilità della scelta con una dichiarazione o un comunicato (quella che poi è stata la lettera di CR7 ai tifosi del Real) e proprio sui dettagli del come gestire le apparenze del divorzio si è passato molto tempo nei giorni caldissimi di inizio luglio.

La Juventus attendeva senza particolari ansie, sapendo che la parte più difficiledella trattativa era già stata archiviata e che Perez difficilmente si sarebbe tirato indietro all’ultimo. Con pazienza si è raggiunto un accordo e si è arrivati alla conclusione.

Cristiano Ronaldo Juventus

Commenti

Potrebbero interessarti

La Prima Pagina