Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juventus, Marotta riparte da Rabiot
© www.imagephotoagency.it
0

Juventus, Marotta riparte da Rabiot

Si è chiuso il mercato, ma le trattative continuano: il parigino tra Pogba e Milinkovic 

di Filippo Cornacchia sabato 18 agosto 2018

TORINO - Si è chiuso il mercato estivo, ma le trattative continuano. La Juventus ha salutato Claudio Marchisio, che ha rescisso il contratto dopo 25 anni, ma ha rimandato al futuro (gennaio o giugno 2019) l’acquisto di un altro centrocampista di livello internazionale. Comprare tanto per farlo non rientra nei comandamenti di Beppe Marotta e Fabio Paratici e di opportunità di lusso ieri non ne sono spuntate. Nessun colpo finale, ma la semina continua e le antenne restano dritte fino al 31 agosto. I dirigenti bianconeri sono sintonizzati soprattutto sulle frequenze di Adrien Rabiot (Psg), già sondato in questo mercato al pari dei sogni (tuttora vivi) Paul Pogba e Sergej Milinkovic-Savic. Nessuno dei tre ha cambiato maglia, seppur in teoria qualcosa di clamoroso potrebbe ancora accadere entro il 31 agosto, data di chiusura delle trattative in Francia, Spagna e Germania.

ATTESA RABIOT - Il fronte più caldo riguarda Rabiot, 23enne pallino di Marotta e Paratici dal almeno 5-6 anni. Il parigino ha il contratto in scadenza fra meno di dodici mesi (giugno 2019) e finora ha rifiutato ogni proposta di rinnovo. «Non è sicuro che resti, dipende da lui», ha ammesso Thomas Tuchel, il tecnico del Psg. In Francia sono sicuri che, come quattro anni fa, alla fine Nasser Al-Khelaifi convincerà il ragazzo mettendo sul piatto un prolungamento a cifre fuorimercato. L’ipotesi esiste, ma per ora la più quotata è un’altra: l’addio di Rabiot.

Leggi l'articolo completo sull’edizione digitale

Calciomercato Rabiot Juventus psg

Commenti

Potrebbero interessarti

La Prima Pagina