Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Eurosvolte e fasce Torino: il primo è Lazzari
© www.imagephotoagency.it
0

Eurosvolte e fasce Torino: il primo è Lazzari

Granata già al lavoro per l’estate: rinforzi obbligatori. Da Borja a Boli, ecco gli altri terzini che sono nel mirino

di Alessandro Baretti e Marco Bonetto venerdì 11 gennaio 2019

La base è buona, ma ancora non basta per quello scatto in avanti che il Toro deve compiere, per evolvere da squadra che per andare in Europa deve dare il 150% a squadra dai valori tali per cui la qualificazione alle Coppe sia, se non dovuta, comunque ampiamente alla portata. In vista di giugno la zona di campo in cui sarà necessario procedere con almeno un acquisto in entrata è la fascia. Questo il quadro, allo stato dell’arte: Ola Aina si è preso il Toro, peccato che sia il Toro a non aver ancora preso (leggasi acquistato) il terzino nigeriano. Arrivato in granata, l’estate scorsa, in prestito con diritto di riscatto fissato a 10 milioni dal Chelsea. Una cifra che Cairo e Petrachi sono disposti a corrispondere ai Blues, tra qualche mese, per rilevare il cartellino dell’ex Hull City. In questo momento, tuttavia, Ola Aina non è un giocatore di proprietà del Torino. Società che possiede il cartellino di Lorenzo De Silvestri e che, sempre a giugno, riscatterà dopo il prestito biennale Cristian Ansaldi dall’Inter. Giocatori che possono ancora dare tanto, ma non per lungo tempo, trattandosi di due ultratrentenni (l’ex azzurro va per i 31 anni, l’argentino per i 33).

LAZZARI - Da qui, nell’ottica di un progetto lungimirante, le mosse per reperire un esterno da consegnare a Mazzarri che sia giovane, ma già affermato. Il primo nome sulla lista rimane quello di Manuel Lazzari della Spal. Il patron dei ferraresi, Paolo Colombarini, ha aperto a una sua partenza, in estate, fissando anche la cifra per il cartellino. «Di fronte a offerte rilevanti non potremo trattenere un giocatore che merita palcoscenici importanti - ha dettato il patron dei ferraresi -: sui giornali leggo che la valutazione si aggira sui 20, 25 milioni. Una cifra che mi sembra aderente al valore di Lazzari».

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SULL'EDIZIONE DIGITALE

Commenti

La Prima Pagina