Calcio

Lo Sporting passa in Grecia, Alisson salva la Roma. Show di Chelsea, Psg, United e Bayern

Champions League - Spettacolo e goleade nelle altre gare della serata: sorridono i tecnici italiani Conte e Ancelotti, Mourinho e i parigini che si godono il tridente Neymar-Cavani-Mbappé

twitta

martedì 12 settembre 2017

1 di 5

Lo Sporting passa in Grecia, Alisson salva la Roma. Show di Chelsea, Psg, United e Bayern

TORINO - Non solo Juventus questa sera in campo, ma nche la Roma di Di Francesco che è stata costretta ad accontentarsi di un sofferto punto all'Olimpico contro il coriaceo Atletico Madrid di Diego Simeone. In campo poi anche le avversarie delle due italiane e le formazioni di altri due gironi, mentre il programma di domani prevede gli otto match degli altri quattro raggruppamenti.

GRUPPO C

ROMA-ATLETICO MADRID 0-0 - Nessuna sorpresa di formazione nel 4-3-3 i giallorossi, orfani dei lungodegenti Karsdorp ed Emerson oltre che del colpo di mercato Schick: è infatti Jesus a vincere l'unico ballottaggio della vigilia per agire da centrale di difesa al fianco di Manolas, con Fazio che parte tra le riserve. Simeone risponde con il collaudato 4-4-2, lascia il belga Carrasco in panchina con l'argentino Correa e il centravanti Torres: è così Vietto a fare da spalla al bomber Griezmann mentre a sinistra gioca Saul. Ed è proprio quest'ultimo a mettere i brividi ad Alisson già al 3', sfiorando il palo dal limite su assist del terzino sinistro 'colchonero' Filipe Luis. La Roma capisce l'antifona e cerca di attaccare senza concedere troppi spazi gli spagnoli che aspettano tutti nella propria metà campo. Il primo squillo giallorosso è di Defrel, che su imbucata di Nainggolan non inquadra però la porta. Inutili poi le proteste al 20', quando il cross di Perotti viene respinto in area con le braccia da Vietto: l'arbitro nega il rigore all'argentino. L'Atletico comunque quando può ci prova e al 25' lo fa con Griezmann, che lasciato solo nel cuore dell'area sbaglia però la mira col sinistro. Due minuti di fuoco poi intorno alla mezz'ora: prima è Oblak abloccare in due tempi un potentissimo rasoterra di Nainggolan, poi è invece Manolas a immolarsi in spaccata per respingere sulla linea la conclusione a colpo sicuro di Koke. Al 36' è invece Dzeko a calciare incredibilmente fuori a due metri dalla porta madrilena. SI va alla ripresa e la prima occasionissima è dell'Atletico con Vietto che però, servito da Sau, prima di essere sostituito da Correa, si fa ipnotizzare da Alisson che se l'era visto arrivare tutto solo davanti. In questa fase la Roma soffre ed è ancora il portiere brasiliano a salvarla al 63' su un velenoso rasoterra scagliato dal nuovo entrato Correa. Di Francesco corre ai ripari e passa al 3-5-2 inserendo Fazio al posto di Defrel. Al 78' altri cambi: Simeone sostituisce Griezmann con Gaitan mentre tra i giallorossi c'è spazio per Luca Pellegrini al posto di Nainggolan, ma protagonista è ancora Alisson che all'83' è chiamato di nuovo a superarsi su una potente 'botta' di Correa. All'89' poi esce Dzeko, sostituito da El Shaarawy ma l'ultima chance - e di quelle clamorose - è per l'Atletico: ma ancora super Alisson dice di no a Saul che poi manda incredibilmente la palla sul palo nel tentativo di tap-in. FInisce senza reti e con un punto per uno, con il Chelsea che ringrazia e vola già a +2 sulle rivali.

Tutto sulla Champions League

Tags: Champions LeagueRomachelseapsgBayern MonacoSporting LisbonaOlympiacosManchester United

1 di 5
Tutte le notizie di Champions League

Approfondimenti

Commenti