Calcio

Juventus, che imBarçata. Doppio Messi e Rakitic: 3-0 per il Barcellona
© EFE

Juventus, che imBarçata. Doppio Messi e Rakitic: 3-0 per il Barcellona

La squadra di Allegri dura un tempo e spreca alcune occasioni. Poi ci pensa la Pulce a sbloccare. Tracollo nella ripresa con Rakitic e ancora Messi a segno. Deludono i nuovi, ma anche Higuain. Esordio di Caligara

twitta

martedì 12 settembre 2017

di Elvira Erbì

TORINO - Al Camp Nou, la Juventus finisce sotterrata dalla furia blaugrana. Messi-Rakitic-Messi e i campioni d'Italia iniziano il girone Champions nel peggiore dei modi. Un'imBarçata che deve servire da lezione. In Europa non basta il compitino e certi limiti vengono fuori. Una ripresa così, senza verve, non è da Juve.  Certo, nulla da dire sul primo tempo, anche sfortunato, dei bianconeri. Ma è mancato il gol a fronte di almeno tre azioni lucide. Troppo differente però il tasso di pericolosità davanti. E se hai Messi contro, serve un muro. Invece, la formazione inedita di Allegri non ha le contromisure per fronteggiare la pulce che diventa gigante. Dybala, spesso paragonato al connazionale, va a sprazzi, Higuain non incide mai. E i nuovi restano ancora indietro. Da Bentancur a Douglas Costa a Bernardeschi e Matuidi: manca la luce. Ora Allegri deve essere bravo a inserirli per bene e a ritrovare le certezze perdute. Anche in difesa. E non solo per l'addio di Bonucci e l'infortunio di Chiellini.

Barcellona-Juventus 3-0: statistiche e tabellino

LE SCELTE - Max Allegri manda in campo De Sciglio a destra (Lichtsteiner è fuori lista) e fa debuttare il giovane uruguaiano Bentancur. Matuidi affianca Pjanic in mediana, Barzagli va in mezzo alla difesa con Benatia. Dall'altra parte, Valverde usa i nuovi Semedo dietro e Dembelé davanti. Decima sfida fra le due squadre e bilancio in parità. Come sempre, spettacolare cornice di pubblico.

PULCE GOL - Al 6' grande occasione Juve con De Sciglio che prende coraggio e con il mancino va a spaventare Ter Stegen. La disperazione della panchina bianconera è evidente. Poi Dybala in contropiede al '9 va in fuga ma il tiro non infastidisce il portiere tedesco. Il tema è chiaro: blaugrana a fare gioco, bianconeri pronti a colpire in maniera fulminea e chirurgica. Ancora Juve al 12' con Pjanic che di destro impensierisce Tre Stegen, bravo a bloccare in tuffo. Tre tiri in pochi minuti e lo stadio del Barcellona trema. Poi tocca a Buffon uscire per sbrogliare la situazione. La partita è bella ed equilibrata. Al 18' fallo di Matuidi su Iniesta scappato in slalom: nulla di fatto con la punizione di Messi. Il giallo sfuggito al francese finisce a Bentancur che pure si fa intraprendente ma è murato da Jordi Alba.  Giallo anche per Semedo per fallo ai danni di Douglas Costa. Azione insistita: Higuain e Matuidi non riescono a trovare lo spazio per concludere verso la porta. Sturaro entra per De Sciglio e fa il terzino destro. Allo scadere, il gol di Messi che punisce una buona Juve. Azione tipica del fusta: l'argentino chiama l'imbucata a Suarez e trafigge in diagonale Buffon. Il primo tempo finisce qui.

I tifosi rimpiangono Lichtsteiner

RAKITIC-MESSI SHOW - Si ricomincia con la squadra di Allegri sotto di un gol ma non certo remissiva. Da un cross basso di Douglas Costa e respinta di Piqué, sinistro da dentro l'area di Dybala che però risulta fuori misura. Da mordersi le mani. Non va a buon fine il dialogo Higuain-Joya. E Messi, ancora lui, subito dopo esplode il sinistro dal limite: clamoroso palo, carambola su Buffon via… Che paura per il capitano. La Pulce, che protesta assai, si prende il cartellino giallo. Gara accesa, in ogni senso. E il Barça la mette al sicuro con rapiti che raddoppia all'11'. Il fuoriclasse argentino, sempre lui, serve al centro, respinta corta di Sturaro, e il croato mette dentro a porta vuota. Lo aveva già fatto nella finale di Berlino… Brutta botta per i campioni d'Italia. La reazione c'è, con orgoglio. Ci prova Alex Sandro. Ci prova Dybala ma davanti c'è il muro blaugrana. E nella difesa bianconera si balla. Ammonito anche Barzagli. Alta punizione di Messi dal limite e Buffon si oppone di pugno. Serve una scossa: dentro Bernardeschi per Bentancur (forse un azzardo il suo debutto dal primo minuto al Camp Nou). L'ex viola si fa notare, ma è un lampo. Poi Messi si bene la difesa Juve e buca di nuovo Buffon di sinistro. Tre a zero per il Barcellona al 24', Juve tramortita dalla pulce.  In tribuna, facce scure con Agnelli, Nedved e Marotta impietriti. Un disastro in campo dopo un buon primo tempo e una ripresa decisamente da dimenticare. Se Dybala e Bernardeschi vogliono crescere devono anche metterci l'anima, non solo la classe. E' in queste partite che si vedono i tifosi. Suarez esulta per il poker, ma c'era on fischio arbitrale per posizione di fuorigioco. Ma c'è rischio di imbarcata. Dybala ha orgoglio, Ter Stegen manda in angolo. La Joya vuole il gol della bandiera. Poi è bravo Piqué a salvare su Benatia. Ancora Bernardeschi, ma senza fortuna. E Caligara - esordiente in Champions - sostituisce il Pipita a tre minuti dallo scadere. Anche questa un'immagine del match. Il risultato è pesante: che serva da lezione.

Tags: JuventusBarcellonaMessiRakiticAllegriDybala

Tutte le notizie di Champions League

Approfondimenti

Commenti