Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Pochettino non si dà pace: «Juventus maestra nel condizionare l'arbitro»

Il tecnico del Tottenham è tornato sulla fatale sconfitta di Wembley nel ritorno degli ottavi: «Agnelli e Marotta hanno messo pressione al direttore di gara: impariamo da loro...»twitta

venerdì 9 marzo 2018

1 di 2

LONDRA - Se la notte di Wembley per la Juventus e il suo popolo sarà indimenticabile, lo stesso – ma per ragioni diverse – si può dire per il Tottenham e i suoi tifosi. Non sembra infatti riuscire a darsi pace Mauricio Pochettino dopo il 2-1 firmato Higuain-Dybala che ha vanificato il 2-2 strappato dai londinesi allo ‘Stadium’ e regalato ai bianconeri il pass per i quarti di Champions League. Rammarico e una velata polemica, ma allo stesso tempo ammirazione traspare dalle parole pronunciate oggi in conferenza dal tecnico argentino, che sta preparando gli ‘Spurs’ alla trasferta di Premier League in programma domenica sul campo del Bournemouth (segui qui la diretta). «La Juventus ci ha dato una severa lezione - ha detto in conferenza Pochettino - nell’arte di mettere pressione all’arbitro (il polacco Szymon Marciniak, ndr). Questo sia durante la gara per il rigore non dato su Douglas Costa, che ci poteva stare anche se nel calcio certi episodi alla fine si bilanciano, ma anche nel tunnel durante l’intervallo e prima e dopo il match come hanno fatto Andrea Agnelli e Beppe Marotta». Amarezza e amirazione dunque per l'allenatore del Tottenham, che ha poi insistito su questi tasti: andiamo a vedere come...

Tags: Champions LeagueTottenhamJuventusWembleyPremier LeagueBournemouth

1 di 2
Tutte le notizie di Champions League

Approfondimenti

Commenti