Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Bayern Monaco, Heynckes: «Siviglia? Sappiamo quello che dobbiamo fare»
© Bongarts/Getty Images

Bayern Monaco, Heynckes: «Siviglia? Sappiamo quello che dobbiamo fare»

Il tecnico alla vigilia del ritorno dei quarti di Champions contro la squadra di Montella: «Giocano con impeto e fanno un buon pressing, noi però siamo pronti e i miei giocatori hanno voglia di arrivare fino in fondo». Robben: «Il mio futuro? Nulla di nuovo»twitta

martedì 10 aprile 2018

TORINO - Il successo per 2-1 al Sanchez Pizjuan non illude il Bayern Monaco. Jupp Heynckes e Arjen Robben hanno talmente tanta esperienza da non farsi condizionare né da un risultato comunque ottimo e che vale come un'ipoteca sulle semifinali di Champions League, né dalla festa per l'ennesima Bundesliga appena conquistata. Il tecnico e l'attaccante del Bayern Monaco non si fidano del Siviglia di Vincenzo Montella, già capace, agli ottavi, di far male al Manchester United a Old Trafford. «Non possiamo permetterci cali di concentrazione, sappiamo che soprattutto in casa siamo una squadra forte, ma sappiamo anche che bisogna dimostrarlo sempre - ha spiegato il tecnico in conferenza stampa -. Il Siviglia farà di tutto per renderci la vita difficile, affrontiamo una buona squadra che verrà qui per attaccarci e per giocare una gara offensiva. Li conosco bene, giocano con impeto, fanno un buon pressing, ma noi sappiamo quello che dobbiamo fare. Sarà una partita diversa rispetto all'andata, torna Banega che è un grandissimo giocatore, importante per il Siviglia ma anche per l'Argentina. Noi, però, siamo pronti e vedo che i miei giocatori hanno una gran voglia di arrivare fino in fondo in Champions». Non ci sarà Alaba, sembra pronto Boateng, ma Heynckes frema ogni discorso sulla formazione: «Non intendo parlarne».

PARLA ROBBEN - Chissà se ci sarà Arjen Robben dal primo minuto, intanto anche l'olandese parla di una qualificazione ancora tutta da conquistare. «Se siamo ben concentrati abbiamo un bel vantaggio perché il 2-1 che abbiamo ottenuto in Spagna è un ottimo risultato, ma ci sono ancora 90 minuti da giocare e il Siviglia ha dimostrato quello che è in grado di fare vincendo in casa dello United. Se dovessero passare in vantaggio noi andremmo sotto pressione, ecco perché dobbiamo giocare concentrati sin dal primo minuto. Loro daranno tutto, però dobbiamo concentrarci in noi stessi, dobbiamo controllare la partita e imporre il nostro gioco». Robben parla anche di futuro. «Il contratto è una cosa importante, ma oggi quel che conta è la partita di domani, anche perché non c'è nulla da dire, non c'è nulla di nuovo, vedremo nei prossimi giorni. Pensiamo al Siviglia, pensiamo alla semifinale, sarebbe un risultato importante per vivere un grande finale di stagione».

in collaborazione con Italpress

Tags: Champions LeagueBayern MonacoSiviglia

Tutte le notizie di Champions League

Approfondimenti

Commenti