Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Heynckes: «Bayern Monaco in forma come nel 2013»
© Bongarts/Getty Images

Heynckes: «Bayern Monaco in forma come nel 2013»

Il tecnico dei tedeschi alla vigilia della semifinale d'andata contro il Real Madrid: «Cristiano Ronaldo ha avuto una carriera incredibile ma noi abbiamo Robert Lewandowski che ha segnato 38 gol, quindi bisogna chiedere anche a loro come pensano di fermarlo»twitta

martedì 24 aprile 2018

ROMA - "Siamo in una forma simile a quella del 2013": è il biglietto da visita con cui il tecnico del Bayern Monaco, Jupp Heynckes, si presenta in sala stampa alla vigilia della semifinale di andata di Champions, domani sera all'Allianz Arena, contro il Real Madrid, la squadra che da allenatore portò sul trono europeo nel 1998, dopo 32 anni di digiuno. "Ho bei ricordi della Champions League, come la finale contro la Juventus ad Amsterdam - ricorda il 73enne allenatore che nel 2013 portò i bavaresi a vincere il 'treble', Champions, Bundesliga e Coppa di Germania - è stata una sensazione fantastica. E' un privilegio per me adesso raggiungere la semifinale, e si spera la finale, contro uno dei miei vecchi club. Milioni di tifosi in tutto il mondo guarderanno questo match con passione, emozione, gioia e, forse, dispiacere", ha aggiunto Heynches che vede una sfida alla pari: "Per me non ci sono favoriti, ma ho buone sensazioni".

Champions League, il Bayern Monaco prepara la sfida contro il Real Madrid

"Nella mia carriera, ho incontrato allenatori fantastici, come Johan Cruyff e Marcello Lippi, e adesso mi piace molto il modo in cui Zinedine Zidane fa giocare il Real Madrid". Dove gioca un certo Cristiano Ronaldo. Heynches non lo sottovaluta: "Cristiano ha avuto una carriera incredibile ma noi abbiamo Robert Lewandowski che ha segnato 38 gol, quindi bisogna chiedere anche a loro come pensano di fermarlo". Non sarà invece della partita Artuto Vidal, che ha chiuso anzitempo la stagione: "Le grandi squadre devono essere in grado di affrontare infortuni e far fronte ad assenze di grandi giocatori come Vidal. Lui è un giocatore di livello mondiale, quindi è un peccato perché sogna di vincere la Champions League, ma abbiamo giocatori con altrettanta personalità". A cominciare da James Rodriguez, ancora di proprietà del Real ma su cui il Bayern vanta un diritto di acquisto e che è rinato sotto la guida del tecnico tedesco: "James è cresciuto tanto quest'anno ed è diventato un giocatore chiave in questa squadra, ha tanta creatività e ho l'impressione che adesso si senta a casa qui a Monaco di Baviera".

BOATENG - I 'veleni' del match dei quarti di finale dello scorso anno al 'Bernabeu', quando l'arbitro Kassai ne combinò di tutti i colori, il difensore del Bayern Monaco, Jerome Boateng, assicura che "sono stati dimenticati". In conferenza stampa alla vigilia della semifinale di andata contro il Real, il nazionale tedesco spiega che "l'eliminazione dello scorso anno non è più nelle nostre menti, adesso abbiamo una grande occasione per raggiungere la finale di Kiev e siamo concentrati solo su questo. Non vedo l'ora di giocare contro questi grandi giocatori, anche contro Ronaldo, perchè è sempre divertente giocare contro i migliori giocatori, è l'unico modo per migliorare". "Loro - aggiunge Boateng - sono davvero forti in attacco, molto forti in difesa e hanno un centrocampo equilibrato, c'è una ragione per cui hanno vinto due Champions League consecutive, ma siamo fiduciosi e faremo del nostro meglio per batterli".

Tags: Champions LeagueBayern MonacoHeynckes

Tutte le notizie di Champions League

Approfondimenti

Commenti