Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Champions League, Real Madrid-Bayern Monaco 2-2: doppietta Benzema, Zidane in finale per la terza volta di fila
© www.imagephotoagency.it
0

Champions League, Real Madrid-Bayern Monaco 2-2: doppietta Benzema, Zidane in finale per la terza volta di fila

Gli spagnoli raggiungono la finale per quarta volta negli ultimi cinque anni: decisivi i due gol dell'attaccante francese all'11' e al 46'. I tedeschi non riescono a ribaltare l'1-2 dell'Allianz Arena, non bastano le reti di Kimmich (3') e del grande ex James Rodriguez (63')

martedì 1 maggio 2018

MADRID (SPAGNA) - Il Real Madrid è in finale di Champions League per quarta volta negli ultimi cinque anni, la terza consecutiva. La squadra di Zinedine Zidane, infatti, ha ottenuto la qualificazione pareggiando per 2-2 al Bernabeu contro il Bayern Monaco nella semifinale di ritorno. I tedeschi non sono riusciti a ribaltare l'1-2 dell'Allianz Arena ma in più di un'occasione hanno sfiorato il gol che gli avrebbe aperto le porte della finale. Per il Real decisiva la doppietta di Karim Benzema (11', 46'), al Bayern invece non bastano le reti di Kimmich (3') e del grande ex James Rodriguez (63'). Grande amarezza per la squadra di Jupp Heynckes soprattutto pensando al gol di Benzema in apertura di ripresa sull'incredibile errore del portiere Ulreich. I tedeschi, inoltre, protestano per due rigori non assegnati da Çakir che avrebbero potuto cambiare l'andamento della partita. Per le merengues invece l'ennesima gioia: terza finale consecutiva e nessuna eliminazione da quando Zidane siede sulla panchina degli spagnoli. E ora, dopo Milano e Cardiff, la finalissima di Kiev.

Real Madrid-Bayern Monaco 2-2: tabellino e statistiche

LE SCELTE - Heynckes per tentare la rimonta sceglie il 4-2-3-1 con Tolisso e Thiago Alcántara in campo dal 1' davanti alla difesa. In attacco il riferimento è Lewandowski mentre sulla trequarti l'allenatore tedesco schiera James Rodriguez, Müller e Ribery. Zidane risponde con il 4-4-2 con Kovacic titolare a centrocampo. In difesa il tecnico francese deve fare a meno dell'infortunato Carvajal: dal 1' c'è Lucas Vazquez, Nacho invece va in panchina. Nel reparto offensivo Zidane si affida ad Asensio, Cristiano Ronaldo e Benzema.

SBLOCCA KIMMICH, PARI BENZEMA - Il Bayern Monaco parte benissimo e dopo 3' è già in vantaggio: dalla destra cross di Müller, Sergio Ramos non riesce a respingere lontano il pallone che, dopo essere rimbalzato su Tolisso, finisce dalle parti di Kimmich bravo ad anticipare tutti e a realizzare il gol del vantaggio per i tedeschi. Il Real però non si demoralizza troppo e dopo soli 8' pareggia: Marcelo dalla sinistra crossa perfettamente in area, sul secondo palo c'è Benzema che, dopo essersi liberato dalla marcatura di Alaba, con un preciso colpo di testa supera Ulreich realizzando la rete dell'1-1.

OCCASIONI BAYERN - Nella fase centrale del primo tempo i ritmi scendono notevolmente rispetto alla partenza sprint: il Real gestisce il pallone affidandosi alle sue qualità tecniche mentre il Bayern cerca di ripartire in velocità con Ribery e James Rodriguez. Al 32' proprio il francese si libera bene sulla sinistra e serve un buon pallone per Müller che dopo essersi girato prova il destro rasoterra ma la conclusione è debole e Navas blocca agevolmente. Passa solo 1' e il Bayern va ad un passo dal gol: Hummels serve Lewandowski che di sinistro prova ad incrociare sul secondo palo, Navas è attento e di piede respinge. L'azione però non è finita perché il pallone arriva a Müller che prova la deviazione di testa, Marcelo cerca di allontanare il pericolo ma arriva James Rodriguez che tenta la deviazione volante di sinistro ma la sua conclusione finisce alta sopra la traversa.

PROTESTE BAYERN - Al 39' prima occasione da gol per Cristiano Ronaldo che di sinistro impegna Ulreich ma il portiere tedesco non si fa sorprendere e devia il pallone in angolo. Sugli sviluppi del corner Sergio Ramos ha l'opportunità per raddoppiare ma il suo colpo di testa finisce sull'esterno della rete. Al 45' il Bayern torna a farsi vedere in attacco: Tolisso prova la conclusione a giro ma il pallone termina sul fondo. Nel finale di primo tempo il Bayern protesta: cross dalla destra di Kimmich, Marcelo con il braccio staccato dal corpo colpisce di mano in area di rigore ma Çakir non assegna il penalty.

Champions League, Real Madrid-Bayern Monaco 2-2: doppietta Benzema, Zidane in finale per la terza volta di fila

RADDOPPIA BENZEMA - In avvio di ripresa il Real Madrid passa subito in vantaggio: clamoroso l'errore di Ulreich che sul retropassaggio di Tolisso non riesce a respingere con i piedi, Benzema è il più rapido ad arrivare sul pallone e a realizzare il gol del 2-1. Il Bayern però non si arrende e al 51' con Alaba sfiora il pareggio ma la parata di Navas sulla conclusione dell'austriaco è prodigiosa. Poco dopo Lewandowski viene atterrato in area da Sergio Ramos, l'arbitro però decide ancora di non intervenire. Al 55' il Real va ad un passo dal tris con Cristiano Ronaldo ma il destro volante del portoghese finisce di poco sul fondo.

PARI DI JAMES RODRIGUEZ - Con il passare dei minuti la partita si fa sempre più vibrante, il Bayern cerca il gol del pareggio che di fatto riaprirebbe la sfida e al 63' lo trova con il grande ex James Rodriguez (che non esulta): prima il fantasista tenta il sinistro al volo, Varane respinge ma il colombiano è abile di destro ad anticipare Navas e a realizzare il gol del 2-2. Al 72' doppia sostituzione per Zidane: escono Benzema e Kovacic, entrano Bale e Casemiro. Al 74' incredibile occasione per Tolisso che di destro va vicinissimo al 3-2 ma Navas è attento e respinge. Heynches al 75' decide per il primo cambio: entra Wagner, esce Tolisso. Al 79' nuova opportunità per il Bayern con Müller ma ancora una volta Navas risponde deviando in angolo. All'83' nuovo cambio per Heynckes con Javi Martinez al posto di James Rodriguez. All'87' Zidane risponde inserendo Nacho al posto di Asensio. Il Bayern nei minuti finali tenta in tutti i modi di trovare il gol qualificazione ma il risultato non cambia più e dopo 6' di recupero il Real Madrid può festeggiare la terza finale consecutiva.

Champions League Real Madrid Bayern Monaco

Commenti

La Prima Pagina

Potrebbero interessarti