Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juventus-Brondby, inizia la Champions femminile
© Juventus FC via Getty Images
0

Juventus-Brondby, inizia la Champions femminile

Il tecnico delle bianconere Rita Guarino: «Vogliamo passare il turno, avversario forte ma non imbattibile»

martedì 11 settembre 2018

TORINO - Lo scudetto conquistato al primo anno nel calcio femminile, la campagna acquisti sontuosa, l'esordio in Champions League. É cambiata tanto la Juventus Women in un solo anno di vita, progetto ambizioso che ha portato immediatamente i risultati programmati: domani sera al Silvio Piola di Novara, unico stadio a soddisfare le esigenze sia del club che della Uefa, le ragazze allenate da Rita Guarino affronteranno le danesi del Brondby nell'andata del primo turno della massima competizione europea. "Il calcio femminile in Italia sta cambiando - il punto di vista di Rita Guarino -, ma quando affronti una squadra straniera devi giocare al 100%". Lo sbarco della società bianconera nel calcio femminile ha portato sicuramente una ventata di novità, il passaggio del massimo campionato femminile sotto l'egida della Figc potrebbe rappresentare la svolta: "Passi necessari se vogliamo realmente dare una svolta al calcio femminile, se si vuole competere a livello internazionale bisogna fare questi passaggi". Durante l'estate la squadra è stata rinforzata con calciatrici di livello internazionale, da Eniola Aluko, arrivata dal Chelsea, alla polacca Sikora e alla svedese Ekroth, per reggere l'urto del calcio europeo, con il primo appuntamento in programma con il Brondby: "La squadra danese ha tanta esperienza, ha raggiunto le semifinali di Champions in un paio di occasioni e ha vinto diversi titoli nazionali. Sono forti tecnicamente, tatticamente e fisicamente ma hanno dei punti deboli e proveremo a sfruttarli. L'obiettivo? Superare il turno in questa doppia sfida". Non aver giocato la Supercoppa con la Fiorentina ha costretto la Juventus a puntare sulle amichevoli internazionali per preparare la stagione, perdendo per infortunio Martina Rosucci: "Siamo sulla strada giusta, ci alleniamo da due mesi e abbiamo affrontato diverse squadre impegnative. Martina? Ci mancherà la sua leadership"

Commenti

Potrebbero interessarti

La Prima Pagina