Calcio

Douglas Costa e Mandzukic: Juventus in semifinale. Ma il Torino è furibondo
© Juventus FC via Getty Images

Douglas Costa e Mandzukic: Juventus in semifinale. Ma il Torino è furibondo

Il brasiliano la sblocca nel primo tempo, Niang si ferma sul palo. Nella ripresa l'azione fallosa (quantomeno dubbia) di Khedira su Acquah da cui nasce il raddoppio. Doveri si rivolge al Var e convalida. Mihajlovic esplode e viene allontanato tra cori poco simpatici. In semifinale bianconeri con l'Atalantatwitta

mercoledì 3 gennaio 2018

di Elvira Erbì

TORINO - La Juve vince 2-0 e si qualifica per la semifinale di Coppa Italia dove a fine mese affronterà l’Atalanta nella gara di andata. Derby bianconero (Douglas Costa nel primo tempo, Mandzukic nella ripresa), ma il Toro è furibondo e Mihajlovic si fa allontanare al raddoppio del croato (l’allenatore serbo è pure vittima di cori razzisti che si alzano dagli spalti). L’azione è infatti fallosa, o perlomeno dubbia: Khedira entra duro su Acquah che perde palla. Visto al Var, Doveri convalida il gol tra le proteste reiterate dei granata. Sinisa perde le staffe, inveisce e l’arbitro lo allontana. Da lì in avanti è match nell’arena. Prima, brava la Juve a controllare il gioco e a proporsi ripetutamente. Il Toro sbaglia subito con Berenguer e non è fortunato con Niang nell’unica chance di pareggio: il senegalese prende il palo e poi non incide più, deludente anche allo Stadium. Un tiro nello specchio, contro i sette dei bianconeri: cifre che parlano chiaro. Ma resta la rabbia dei granata, per quella decisione del giudice di gara.

Juventus-Torino 2-0: statistiche e tabellino

LE SCELTE - Allegri schiera il tridente con Mandzukic, Dybala e Douglas Costa, con Higuain pronto in panchina. Mihajlovic ha gli uomini contati (tra gli altri sono out Belotti, Ljajic, Lyanco e Ansaldi): unica variante Acquah a centrocampo con Rincon e Baselli; in porta il gigante Milinkovic Savic. I due capitani sono Chiellini e Molinaro. Stadium bello caldo (quasi trentottomila gli spettatori presenti)  e partita in tv senza commento per lo sciopero Rai.

COSTA SI’, NIANG PALO - Come in ogni derby che si rispetti, anche in questo che vale la semifinale di Coppa Italia da subito ci sono interventi duri. Insomma, non si tira indietro la gamba. All’11’ buona occasione per Berenguer che non mira bene. Spunto Juve: da Dybala a Mandzukic anticipato da Milinkovic. Al quarto d’ora passano i campioni d’Italia con Douglas Costa di sinistro dopo un batti e ribatti. Esulta la panchina bianconera, guidata dal Pipita. Dybala prova il raddoppio ma esagera. Scappa Niang, servito dal portiere, e prende il palo: incredibile. Al 28’ Milinkovic respinge bene su Dybala, poi esce tempestivamente e smanaccia lontano. La squadra di Allegri ha il possesso palla, quella di Mihajlovic fatica a venirne fuori. Il duello più tosto è tra Chiellini e Niang: ha quasi sempre la meglio l’italiano… L’1-0 resta immutato e si va così negli spogliatoi.

MANDZUGOL, TORO FURIOSO - c’è Lichtsteiner al posto di Sturaro, già dolorante nel primo tempo.  Il primo pericolo lo porta Mandzukic di testa.  SuperMario si ripete dopo pochi secondi, ma cicca l’assist di Douglas Costa. Al 14’ da Dybala a Matuidi, ma non riesce la scivolata. Esce Marchisio, dentro Khedira. Ancora il francese in percussione a sinistra, il Toro si rifugia in fallo laterale. Al 22’ il raddoppio di Mandzukic, ma l’azione è viziata da fallo di Khedira su Acquah e i granata protestano a lungo. Difatti, Doveri si rivolge al Var e convalida il gol (“Tocca la palla”, si legge nel labiale). Questa volta è Mihajlovic a perdere la pazienza e va su tutte le furie: allontanato. In campo a questo punto è bagarre: tensione anche tra Matuidi e Rincon. Minuto 77: entra Higuain al posto di Mandzukic. Triplo cambio nel Toro: De Luca per Niang, Obi per Acquah, Boyè per Baselli. Ma la gara non ha più nulla da dire e la Juve strappa il pass per la semifinale per la quarta volta di seguito. Sabato di nuovo campionato: Cagliari per i bianconeri, il Bologna a pranzo per i granata.   



Le formazioni iniziali
Juventus (4-3-3): Szczesny; Sturaro, Rugani, Chiellini, Asamoah; Marchisio, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Mandzukic, Dybala. All. Allegri
Torino (4-3-3): Milinkovic-Savic; De Silvestri, N'Koulou, Burdisso, Molinaro; Acquah, Rincon, Baselli; Iago Falque, Niang, Berenguer. All. Mihajlovic

Tags: JuventusTorinoDouglas CostaMandzukicNiangMihajlovicAllegri

Tutte le notizie di Coppa Italia

Approfondimenti

Commenti