Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Graziani: «Juventus di un altro pianeta anche con le riserve. E alzerà anche la Coppa Italia»
© LaPresse
0

Graziani: «Juventus di un altro pianeta anche con le riserve. E alzerà anche la Coppa Italia»

L'ex bomber di Torino, Roma e Fiorentina elogia i bianconeri, secondo lui favoritissimi nella finale contro il Milan, e "punge" il Napoli: «Ad Allegri basterebbero le riserve per vincere. Sarri? Lui è ambizioso, De Laurentiis no...»

lunedì 7 maggio 2018

TORINO - Sentire un ex di Torino, Roma e Fiorentina esaltare la Juventus non è cosa comune, ma da appassionato di calcio e da tecnico Ciccio Graziani non può che applaudire di fronte ai bianconeri che hanno praticamente messo le mani sul settimo scudetto consecutivo: «Il segreto sta nella società, che è fortissima e che ha un budget importante da spendere sul mercato - ha detto l'ex bomber dell'Italia campione del Mondo nel 1982 ai microfoni di 'Radio Sportiva' -.  Quando Allegri si gira e guarda la panchina per decidere chi fare entrare ha l’imbarazzo della scelta: Douglas Costa, Bernardeschi, Marchisio, Lichtsteriner. La seconda squadra potrebbe competere per lo Scudetto. La Juventus ha vinto il campionato con i singoli, con i campioni, perché a livello di gioco è il Napoli a primeggiare. Douglas Costa uomo simbolo dello Scudetto della Juventus, recentemente ha fatto la differenza. Questo quando ti punta di ammazza, quando parte in dribbling è già avanti di due metri». Qualità che secondo Graziani consentiranno ai campioni d'Italia di spuntarla anche mercoledì sera all'Olimpico di Roma nella finale di Coppa Italia: «Vince la Juventus, in gara secca è più forte. Il Milan ha voglia e ha ritrovato giocatori importanti come Calhanoglu, ma il momento strizza l’occhio ai bianconeri che hanno ritrovato forza fisica e mentale»

IL NAPOLI - "Ciccio" parla poi del Napoli e di un possibile dopo Sarri«Conte e Ancelotti hanno ingaggi troppo alti per il Napoli. Gasperini, invece, sarebbe ottimo per quanto fatto con l’Atalanta, anche se quando è andato all’Inter ha fallito. De Laurentiis? Non è ambizioso. Antepone il bilancio a tutto il resto e quindi fa fatica a vincere. Se prendi Ounas e Mario Rui fai fatica a reggere una stagione. Capisco il ‘no’ di Verdi, ma a gennaio comunque non è arrivato nessuno, nemmeno un’altra punta importante perché Milik era infortunato. Secondo me è Sarri quello ambizioso, non il presidente. Il Napoli, con quello che aveva a disposizione, più di questo non poteva fare. Il Napoli ha tre centrocampisti straordinari, poi ha tre riserve che devono crescere. Davanti, dopo l’infortunio di Milik, è mancato un ricambio per Mertens».

CHAMPIONS, FRECCIATA ALL'INTER - Una previsione che non farà invece piacere all'Inter e a Luciano Spalletti quando Graziani parla della corsa per un posto in Champions League«Campionato bellissimo anche per quanto riguarda il quarto posto. La Roma ce l’ha fatta, con la vittoria di Cagliari ha messo una seria ipoteca. La Lazio ha un vantaggio di un punto e poi ci sarà lo scontro diretto con l’Inter: per me ce la fa la Lazio».

Serie A Juventus coppa italia Scudetto napoli

Commenti

Potrebbero interessarti