Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Pirlo: «Quando Gattuso si mangiò una lumaca viva»
© www.imagephotoagency.it
0

Pirlo: «Quando Gattuso si mangiò una lumaca viva»

Alla vigilia di Juventus-Milan, l'ex fantasista rivela alcuni particolari di Ringhio: «Ha ridato senso di appartenenza alla squadra»

martedì 8 maggio 2018

MILANO - Serio e geniale in campo, goliardico e divertente nello spogliatoio: la doppia dimensione di Andrea Pirlo è emersa durante la cerimonia in cui l'ex fantasista di Inter, Milan e Juventus ha ricevuto il premio 'Il bello del calcio' in memoria di Giacinto Facchetti. "La sua simpatia è direttamente proporzionale alla sua qualità", ha notato Demetrio Albertini. Ed è stato lo stesso Pirlo a raccontare uno degli scherzi alla sua 'vittima' preferita ai tempi del Milan, Rino Gattuso. "E' riuscito anche a mangiare un lumacotto vivo per scommessa e non gli abbiamo nemmeno dato i soldi", ha ricordato Pirlo fra le risate della platea, davanti alla quale sono stati proiettati vari video messaggi di suoi ex compagni e allenatori, fra cui proprio uno di Gattuso. "Ehi fenomeno, secondo me potevi ancora giocare". I due si incontreranno in campo a San Siro il 21 maggio per la partita d'addio di Pirlo, che intanto fa i complimenti a Gattuso per il lavoro degli ultimi mesi alla guida del Milan: "Lo vedo un po' invecchiato ma lo vedo bene. Ha ridato un'anima al Milan, senso d'appartenenza, buon gioco. Sono molto contento per lui".

Commenti

Potrebbero interessarti