Calcio

Eccellenza B - Acqui è addio: arriva il quarto forfait

Eccellenza B - Acqui è addio: arriva il quarto forfait

I termali non si presentano neanche contro la Valenzana Mado, girone B costretto ad un doppio turno di riposotwitta

domenica 11 dicembre 2016

Domenica pomeriggio il quarto forfait di fila dell'Acqui calcio, quello contro la Valenzana Mado, ha messo la parola fine alla storia termale dopo 105 anni di storia. La Federazione infatti sarà costretta a squalificare dal campionato il gruppo di Del Vecchio, falsando ancora di più in girone già fortemente inficiato dall'iscrizione della Novese. Due retrocesse prima di Natale, due squadre che, a turno, riposeranno ogni settimana e solo lo spauracchio dei playout per le compagini del girone B.
Una conclusione triste, quella della parabola acquese, ma non inattesa. Nonostante l'iscrizione in extremis, la società non ha dato certezze sulla sua solidità, e la guida del presidente Groppi è stata praticamente unilaterale, vista l'assenza di quadri dirigenziali. Hanno retto solo i due dirigenti dimissionari, il dg Franco Ratto e la segretaria Maurizia Viviano, e il tecnico Del Vecchio, che ha fatto il possibile per allestire una formazione da presentare sul campo, sempre sconfitta – anche a tavolino nell'unica gara in cui sembrava poter racimolare un punto. La situazione si è aggravata, i soldi sono finiti al punto che non potevano essere sostenute neanche le spese correnti. 'O arrivano soldi o a Natale si chiude' aveva detto la dirigenza. E alla fine così è successo.

Pro Molare, secondo forfait
Situazione critica anche per la Pro Molare, in Prima categoria. Dopo l'esonero del tecnico Carosio il presidente Canepa non ha ancora trovato un tecnico per sostituirlo nè giocatori per rimpiazzare quelli che hanno seguito l'ex tecnico. La squadra è stata costretta ieri a dare forfait per la seconda volta di fila. A questo punto il tempo stringe, se non si vuole rischiare la squalifica.

Tags: AcquieccellenzaValenzana Mado

Tutte le notizie di Dilettanti Piemonte

Approfondimenti

Commenti