Europei 2016

Euro 2016, Germania-Slovacchia 3-0: Khedira e compagni ai quarti

Euro 2016, Germania-Slovacchia 3-0: Khedira e compagni ai quarti

A segno Boateng, Gomez e Draxler. Nel prossimo turno la squadra di Loew affronterà la vincente di Italia-Spagnatwitta

domenica 26 giugno 2016

TORINO - La Germania è ai quarti di finale dell'Europeo. Con una prova di forza impressionante spazza via la Slovacchia (3-0) e ora aspetta la vincente di Italia-Spagna. Troppo superiori i tedeschi, troppo rinunciatari Hamsik e compagni per creare qualche problema alla squadra di Loew. Ottima la prova di Khedira a centrocampo: quantità e qualità. Imprendibile Draxler, che non aveva mai brillato in questo Europeo, ma che oggi, oltre al gol e all'assist per Gomez, ha regalato numeri per tutta la partita. Di Boateng l'altra rete.

SUPER GERMANIA - Loew sceglie Mario Gomez come punta centrale. Lo juventino Khedira a centrocampo insieme con Kroos. Dall'altra parte la Slovacchia punta sulla classe di Hamsik. In campo, da terzino sinistro, anche il romanista Gyomber. Prima occasione per la Germania: calcio d'angolo, stacca bene Khedira ma Kozacik alza sopra la traversa. Sull'angolo successivo, respinta della difesa, arriva Boateng che da fuori area di prima intenzione lascia partire un gran destro che, complice una deviazione, non lascia scampo al portiere. Al 13' la Germania potrebbe già raddoppiare. L'arbitro Marciniak concede un calcio di rigore per fallo di Skrtel su Mario Gomez. Sul dischetto va Ozil, Kozacik respinge.   Nessun problema per la squadra di Loew, che continua a macinare gioco e di fatto quasi cancella dal campo gli avversari. Ozil ha voglia di rifarsi: al 24' va vicinissimo al gol, ma il suo destro finisce fuori di poco. I tedeschi si trovano a meraviglia ma sono poco concreti e al 40' rischiano di subire il pareggio: il milanista Kucka di testa chiama Neuer ad una super parata. Passano tre minuti e il raddoppio arriva. Draxler, decisamente in giornata, va via in dribbling sulla sinistra, entra in area e regala a Gomez (ben posizionato) un pallone che va solo spinto in porta. 

IN CONTROLLO - Nella ripresa, forte del risultato, la Germania spinge meno e, anzi, in alcuni frangenti lascia l'iniziativa alla Slovacchia. Al 62' partita definitivamente chiusa: la firma è di Draxler, migliore in campo, che si coordina bene e con una girata batte il portiere. Con il passare dei minuti la Slovacchia, demoralizzata, perde intensità e i tedeschi controllano senza problemi fino al 90' sfiorando anche il quarto gol con Kroos. La Germania è tornata. 

GERMANIA-SLOVACCHIA 3-0: TABELLINO E STATISTICHE

Tags: Euro 2016GermaniaSlovacchiaHamsikDraxler

Tutte le notizie di Il commento

Approfondimenti

Commenti