Calcio

Nainggolan: «Eliminazione che fa male». E Spalletti insulta i francesi

Nainggolan: «Eliminazione che fa male». E Spalletti insulta i francesi

Il tecnico: «Andiamo fuori dall'Europa per alcune ingenuità». E spunta un video in cui si sfoga contro la panchina del Lionetwitta

giovedì 16 marzo 2017

ROMA - "Recriminazioni non ce ne sono mai, si va fuori per alcune ingenuità. Non c'è stato quel mestiere richiesto da queste partite, in alcuni momenti ci perdiamo e facciamo fatica e perdiamo palloni". Il tecnico della Roma, Luciano Spalletti, accetta il risultato del campo ma nelle due partite con il Lione negli ottavi di Europa League "erano i giallorossi a meritare di più il passaggio del turno. È mancata solo un pò di buona sorte e siamo stati poco furbi" "Complessivamente - aggiunge Spalletti ai microfoni di Sky - la squadra ha fatto bene e meritava complessivamente di più. Se andavamo in vantaggio prima sarebbe stato più facile. Forse è segno che meritiamo questo, ma non è giusto. Forse anche io ho sbagliato qualche cosa".

INSULTI AI FRANCESI -  "Stasera almeno dieci giocatori del Lione hanno fatto scena rimanendo a terra, una roba bruttissima e che non capisco. Dovremmo introdurre il tempo effettivo". Così Luciano Spalletti, alla fine della partita di Europa League protesta contro le perdite di tempo dell'avversario. L'ira del tecnico della Roma era già apparsa evidente in campo specialmente nei minuti finali quando si è rivolto platealmente verso la panchina del Lione inveendo con frasi che sono state colte da un video che circola in rete e dal quale si legge in parte il labiale del tecnico: "che branco di...." si capisce dalle immagini che su Internet alcuni completano con una offesa esplicita. "E poi - ha aggiunto Spalletti a Sky - si va a parlare dei nostri arbitri, era evidente che si doveva ammonire e velocizzare il gioco".

LA ROMA SALUTA L'EUROPA LEAGUE

NAINGGOLAN - «Alla fine abbiamo pagato il quarto gol. C’è rammarico, perché penso che oggi abbiamo fatto la partita dal primo minuto, abbiamo dimostrato di voler passare, di voler far gol, di ribaltare il risultato dice il centrocampi - dice il centrocampista ai microfoni di Sky Sport - Ce l’abbiamo messa tutta, ma penso che oggi si possa dire che abbiamo dimostrato di essere una squadra forte e che c’è mancato solo il gol della qualificazione.. Se prendiamo le partite con il Porto, anche là abbiamo fatto una grande partita, ma siamo rimasti in dieci e abbiamo dovuto difendere il risultato. Poi, al ritorno, anche in nove, sull’1-0, abbiamo avuto le occasioni per pareggiarla. Quindi, penso che come squadra ci siamo, ci manca, magari, come all’andata con il Lione, quando vai in vantaggio, di gestire meglio le partite.

«È difficile parlare adesso dei risultati, perché c’è molto rammarico, le occasioni ci sono state e fa ancora più male. Penso che mentalmente oggi abbiamo fatto una grandissima partita, siamo andati in svantaggio, abbiamo anche ribaltato il risultato e abbiamo continuato a spingere. Poi, ovviamente, anche per loro arrivavano occasioni, perché andavamo tutti in attacco. Penso che oggi la mentalità era messa bene, avevamo una gran voglia di dimostrare che volevamo andare avanti. Ma quello che adesso fa più male, sono i gol presi all’andata. Però, se stiamo sempre a parlare di quello che è successo nel passato, diventa difficile andare avanti. Dobbiamo tenere il buono di questa partita e andare avanti così».

Tags: Europa LeagueRomaSpalletti

Tutte le notizie di Europa League

Approfondimenti

Commenti