Calcio

Europa League, Lazio-Nizza 1-0. Apollon-Atalanta 1-1: biancocelesti qualificati

Europa League, Lazio-Nizza 1-0. Apollon-Atalanta 1-1: biancocelesti qualificati

Un autogol dei francesi nel finale regala la qualificazione ai biancocelesti. Per l'Atalanta pari beffa e festa rimandatatwitta

giovedì 2 novembre 2017

ROMA - Un autogol di Le Marchand all'ultimo respiro regala la vittoria alla Lazio per 1-0 sul Nizza e il primo posto matematico nel girone K di Europa League, dominato e stravinto con 12 punti. Biancocelesti già ai sedicesimi di finale. Fino al gol, arrivato al 93', pochissime emozioni allo Stadio Olimpico: nel tabellino si registrano zero tiri in porta. La partita ha offerto davvero pochi spunti. Senza Immobile Inzaghi prova alcune soluzioni tattiche arretrando Luis Alberto sulla linea dei centrocampisti con Nani in appoggio a Felipe Caicedo in attacco. Nel Nizza, il tecnico Favre sceglie Plea come unica punta per l'attacco e spedisce così Mario Balotelli in panchina. 

ALL'ULTIMO RESPIRO - Primo tempo equilibrato ma senza palle gol. La Lazio ha tuttavia messo più volte in difficoltà gli avversari sulle fasce grazie agli spunti di Lukaku e Marusic. Stessa musica nella ripresa nonostante la presenza di Milinkovic-Savic e Parolo. Dieci minuti anche per Balotelli, fischiatissimo al momento del suo ingresso in campo, che non è mai entrato in partita anche a causa dell'atteggiamento rinunciatario dei francesi. Quando tutto sembrava far pensare al pareggio è arrivata la rete della Lazio: sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Parolo devia la palla che prima finisce sulla testa di Le Marchand e poi carambola in rete alle spalle di un incolpevole Benitez.

EUROPA LEAGUE, LAZIO-NIZZA 0-0: TABELLINO E STATISTICHE

APOLLON-ATALANTA 1-1 (Ilicic, Zelaya)

NICOSIA (CIPRO) - L'Atalanta sfiora la qualificazione ai sedicesimi di Europa League con due giornate di anticipo. La squadra di Gasperini si fa rimontare in casa dell'Apollon a 15 secondi dalla fine: il gol di Zelaya pareggia la rete su rigore di Ilicic (1-1) e costringe Petagna e compagni a rinviare la festa. Ora la classifica vede Atalanta e Lione (vittorioso in casa contro l'Everton) a otto punti, l'Apollon a tre e gli inglesi a due. E all'ultima giornata, il 7 dicembre, "spareggio" a Reggio Emilia tra l'Atalanta e l'Olympique. Senza Gomez, Gasperini sceglie il tridente con Kurtic e Ilicic ai lati di Petagna. Apollon pericoloso in apertura con un destro potente da fuori area di Alex fuori di poco; l'Atalanta risponde con Masiello che tutto solo davanti a Bruno Vale, da buona posizione, non trova la porta. La partita si sblocca al 35' quando l'arbitro Treimanis concede un rigore alla squadra di Gasperini per un fallo di Alef su Ilicic: dal dischetto, lo sloveno non sbaglia.

CHE BEFFA! - L'Atalanta chiude il primo tempo in totale controllo e in apertura del secondo sfiora il raddoppio: Petagna, di testa, fa tremare il palo alla sinistra di Bruno Vale. Gasperini cambia e inserisce Orsolini al posto di Ilicic. Nel finale, Orsolini sfiora il raddoppio. Nel finale, la beffa: Zelaya, lasciato tutto solo, di testa gira in porta un cross dalla destra e batte Berisha. L'Atalanta deve rinviare la festa.

EUROPA LEAGUE, APOLLON-ATALANTA 1-1: TABELLINO E STATISTICHE

RISULTATI EUROPA LEAGUE E CLASSIFICHE DEI GIRONI

Tags: Risultati Europa LeagueIlicicGasperini

Tutte le notizie di Europa League

Approfondimenti

Commenti