Calcio

Milan, Gattuso: «Una figuraccia e io sono il responsabile»
© LaPresse

Milan, Gattuso: «Una figuraccia e io sono il responsabile»

Il tecnico dopo il ko di Europa League contro il Rijeka: «Siamo troppo fragili. André Silva? Sembrava un corpo estraneo»twitta

giovedì 7 dicembre 2017

TORINO Gattuso non sognava certo una sconfitta nel suo esordio europeo come allenatore del Milan. Dopo il pari-beffa in campionato con il Benevento, ecco un altro flop in una prima settimana da incubo, questa volta in Europa League: rossoneri clamorosamente battuti dal Rijeka 2-0 con le reti di Puljic (7') e Gavranovic (47'). «Fa male - ringhia Gattuso -, fa riflettere. Abbiamo fatto una figuraccia. Oggi il responsabile sono io, la scelta di mettere questa squadra in campo è stata mia ma la rifarei. Siamo troppo fragili, diamo la sensazione, alla prima difficoltà, di non riuscire a reagire. Quando prendiamo una legnata nei denti ho la sensazione che non ci riprendiamo più. Dobbiamo migliorare e in fretta». Il tecnico del Milan, che non usa le vicende societarie come alibi per una prestazione scialba ("non ci riguardano, non credo ci siano"), boccia André Silva ("sembrava un corpo estraneo dentro al campo, deve fare di più con la maglia del Milan"), taglia corto e parla di crisi: «Abbiamo tanti di quei problemi all'interno della squadra... Sarebbe facile dire che la testa è rimasta a Benevento ma non può essere così. Mi aspettavo di più, ho visto l'impegno e la voglia di aiutarsi, ma non basta tutto questo. Domenica la partita contro il Bologna è fondamentale, non possiamo sbagliarla».

Tutte le notizie di Europa League

Approfondimenti

Commenti