EUROPEAN GOLDEN BOY

Golden Boy, un quintetto per il trionfo
© AFPS
0

Golden Boy, un quintetto per il trionfo

Il Golden Boy 2018 a uno tra Kluivert, De Ligt, Alexander-Arnold, Vinicius Junior e Cutrone. La proclamazione del vincitore avverrà il 17 dicembre a Torino nell'affascinante location delle Ogr

di Massimo Franchi mercoledì 28 novembre 2018

TORINO - Chi vincerà il Golden Boy assoluto 2018, premio giornalistico creato 15 anni fa da Tuttosport e riservato al miglior Under 21 dell’anno? Le votazioni della nostra preclara giuria internazionale stanno fioccando in redazione. Già superato di gran lunga il 50% delle schede ricevute. In testa s’è involato un quintetto, mentre gli altri 15 rivali appaiono irrimediabilmente staccati. Per il rush finale sono in lizza due olandesi, un inglese, un brasiliano e anche un italiano. Si tratta del “tulipano” Justin Kluivert (Roma, freschissimo neo-vincitore del primo “Golden Boy Web” di Tuttosport.com), del suo connazionale molto votato Matthijs De Ligt (Ajax, obiettivo di mercato della Juventus), di Alexander-Arnold (Liverpool, finalista di Champions League e semifinalista con l’Inghilterra ai Mondiali), del madridista Vinícius Júnior e del milanista Patrick Cutrone. Proclamazione e premiazione il prossimo 17 dicembre presso le Ogr di Torino.

IL REGOLAMENTO - Trentacinque esperti in rappresentanza di 20 nazioni europee esprimono le loro preferenze sulla base dei nominati di Tuttosport per la 16ª edizione dell’European Golden Boy. Ogni giurato ha a disposizione 5 voti: il primo giocatore indicato sulla scheda riceve 10 punti, il secondo 7, il terzo 5, il quarto 3 e l’ultimo 1. La somma decreta il vincitore. Eleggibili solo i nati dal 1° gennaio 1998 e tesserati per un club europeo della massima categoria.

MBAPPÉ, NIENTE BIS - Non c’è una regola scritta, ma è consuetudine, anzi convenzione. Chi vince il Golden Boy non viene più rieletto l’anno (o gli anni) dopo, pur rientrando nei limiti d’età consentiti. L’albo d’oro è eloquente: 15 edizioni, 15 vincitori diversi. Il caso-esempio è quello di Messi: trionfò nel 2005, a 18 anni, ma non fu più rivotato campione. Perché da quel momento la “Pulce” non era più un giovane da lanciare bensì un fuoriclasse fatto e finito. Da Pallone d’Oro. E infatti poi ne conquistò 5 di “Ballon d’Or”. Golden Boy trampolino di lancio per entrare in un’orbita... extraterrestre. Ed è perciò che il campione del mondo francese Kylian Mbappé, trionfatore l’anno scorso nel gala di Tuttoport a Monte-Carlo, non verrà rieletto. L’asso del Psg è, come noto, tra pretendenti alla conquista del Pallone d’Oro a Parigi.

LA NOVITÀ DELLE TV - A votare il talento che si è maggiormente distinto nel corso dell’anno solare sono 35 prestigiosi giornalisti specializzati in calcio estero di 20 tra le più autorevoli testate europee (soprattutto a connotazione sportiva) come il francese L’Équipe, lo spagnolo Marca, l’inglese Times, il tedesco Bild, il russo Sport-Express, l’olandese De Telegraaf, il portoghese A Bola, lo svedese Aftonbladet, lo svizzero Blick, il greco SportDay e via discorrendo incluse le scelte dei Direttori dei tre quotidiani sportivi italiani ovvero Tuttosport, Corriere dello Sport-Stadio e La Gazzetta dello Sport. La novità di quest’anno è costituita dall’ingresso in giuria dei direttori/ responsabili dei palinsesti sportivi delle cinque principali televisioni italiane ovvero: Rai, Mediaset, Sky, La7 e Dazn.

LA GIURIA
Xavier Jacobelli TUTTOSPORT, Italia
Ivan Zazzaroni CORRIERE DELLO SPORT, Italia
Andrea Monti LA GAZZETTA DELLO SPORT, Italia
Bruno Gentili RAI SPORT, Italia
Alberto Brandi MEDIASET SPORT, Italia
Federico Ferri SKY SPORT, Italia
Roberto Bernabai LA7 SPORT, Italia
Marco Foroni DAZN TV, Italia
Joaquín Maroto DIARIO AS, Spagna
José Félix Díaz MARCA, Spagna
Paco Aguilar MUNDO DEPORTIVO, Spagna
John Cross THE DAILY MIRROR, Inghilterra
Matt Dickinson THE TIMES, Inghilterra
Martin Lipton THE SUN, Inghilterra
Vim Vomland BILD, Germania
Manfred Münchrath KICKER, Germania
Javier Cáceres SÜDDEUTSCHE ZEITUNG, Germania
Roberto Notarianni FRANCE FOOTBALL, Francia
Vincent Duluc L’ÉQUIPE, Francia
Fernando Urbano A BOLA, Portogallo
Antonio Magalhaes RECORD, Portogallo
Pieter-Jan Calcoen HET LAATSTE NIEUWS, Belgio
Zdravko Reic JUTARNJI LIST, Croazia
Gisle Thorsen EXTRA BLADET, Danimarca
Christos Sotirakopoulos SPORTDAY, Grecia
Valentijn Driessen DE TELEGRAAF, Olanda
Rafal Stec GAZETA WYBORCZA, Polonia
Stanislav Hrabe TYDEN, Repubblica Ceca
Daniel Scorpie GAZETA SPORTURILOR, Romania
Dmitriy Zelenov SPORT-EXPRESS, Russia
Branko Spasojevic SPORTSKI ZURNAL, Serbia
Simon Bank AFTONBLADET, Svezia
Max Kern BLICK, Svizzera
Ali Mehmet Demircan FANATIK, Turchia
Alex Fokin FOOTBALL.UA, Ucraina

Commenti

La Prima Pagina