Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Vazquez, no alla nazionale italiana: «Mi sento argentino»
© www.imagephotoagency.it
0

Vazquez, no alla nazionale italiana: «Mi sento argentino»

Il Mudo ha giocato due amichevoli con Conte commissario tecnico: per le regole Fifa può cambiare

sabato 18 agosto 2018

ROMA - "Ho parlato con Scaloni e mi ha detto che c'era la possibilità di essere convocato. L'ho ringraziato. Qualche anno fa ho giocato con la nazionale italiana perché è il paese di mia madre, ma grazie a Dio non ho disputato partite ufficiali con loro, così ora ho la possibilità di realizzare il mio sogno e di vestire la maglia dell'Albiceleste. Mi sono sempre sentito argentino". A parlare così è Franco Vazquez, ex beniamino dei tifosi del Palermo, che ha vestito due volte la maglia dell'Italia, quando il ct era Antonio Conte e ora è stato convocato da quella che, dice dai microfoni di 'TyC Sport', ha sempre considerato la sua vera nazionale. Vazquez può cambiare selezione perché le 2 presenze in azzurro sono state ottenute in amichevole, contro Inghilterra e Portogallo, e quindi per le regole Fifa lo switch è ammesso. In passato lo hanno già fatto Diego Costa, due 'cap' con il Brasile prima di passare alla Spagna, e Thiago Motta, una presenza non ufficiale con la Selecao e poi azzurro con l'Italia. 

Vazquez Palermo Siviglia Scaloni Thiago Motta Diego Costa

Commenti

Potrebbero interessarti