Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Ternana Unicusano, il patron Bandecchi indica la via
0

Ternana Unicusano, il patron Bandecchi indica la via

Nel ritiro di Cascia si prepara la sfida di Coppa col Pontedera. L'imperativo è dimenticare i "tribunali" e concentrarsi sul campo

mercoledì 25 luglio 2018

La stagione della Ternana Unicusano comincerà sotto i fari del Liberati: domenica prossima, alle 20.45, parte l’avventura rossoverde con la sfida in Coppa Italia contro il Pontedera. Si giocherà di sera, dunque, anche per evitare il troppo caldo di questo fine luglio; e si giocherà soprattutto in casa, di certo un vantaggio per De Canio e i suoi, ancora al lavoro per costruire un organico pronto a competere per una pronta risalita in serie B – qualora la battaglia per il ripescaggio dovesse avere esito negativo – o affrontare, in caso contrario, la serie cadetta. Scenario, quest’ultimo, sul quale Bandecchi ha detto ai suoi di concentrarsi al massimo.

LA SITUAZIONE. Di certo il direttore sportivo Danilo Pagni sta agendo in modo efficace e, soprattutto, senza sosta, visto che negli ultimi giorni si sono susseguiti gli annunci di trattative concluse, che è bene riepilogare: Rivas dall’Inter (sabato scorso), il portiere Gagno dal Brescia (domenica) e il doppio colpo Altobelli dalla Salernitana e il giovane Giraudo dal Torino dell’altro ieri. Un ruolino di marcia di livello, che sta andando a comporre l’organico delle Fere, già impreziosito dagli arrivi - tra gli altri – di Vantaggiato, Iannarilli, Fazio e Lopez. Di sicuro per De Canio lo “spostamento” dal campo ai tribunali di questa parentesi estiva è una complicazione. Ma il tecnico ha detto a più riprese di essere pronto: il lavoro che la squadra sta facendo nel ritiro di Cascia, a suon di doppie sedute, sta chiarendo le idee al tecnico e fortificando un gruppo che sembra aver già trovato un buon affiatamento. Le parole di ieri di Bandecchi, intervenuto su Radio Cusano Campus, sono la strada da seguire: «A calcio si vince sul campo. Come dicono alcuni tifosi, se fossimo stati più svegli, se io avessi fatto certi passaggi un po’ prima, se avessi curato meglio il rinforzo della squadra a gennaio, noi forse avremmo avuto quei 3-6 punti in più che oggi ci vedrebbero in una condizione completamente diversa. Oggi stiamo discutendo solo nei tribunali, ma è il campo verde quello che dice tutto e noi dobbiamo imparare a diventare i più bravi sul campo verde». A partire dalla prima uscita della Ternana Unicusano, domenica prossima in Coppa Italia.

LE PAROLE DEL PATRON. «In questo momento è necessario iniziare a concentrarsi sul campo verde, dove l’altro anno noi abbiamo miseramente fallito e dove quest’anno invece dobbiamo tentare di riscattarci dalla brutta figura. Il ripescaggio mi interessa molto, però non dobbiamo più concentrarci su questo perché ci sta rovinando l’estate». Parola di Stefano Bandecchi, patron della Ternana che, in un momento così concitato legato alla possibilità di ripescaggio, esorta la squadra e lo staff a pensare solo al campo e alla serie C. «Ci sono tanti avvocati che stanno lavorando su questo fronte – spiega il patron delle Fere a Radio Cusano Campus - tanti avvocati di Terni si sono messi a disposizione e noi li ringraziamo. Si sono messi a disposizione anche avvocati non ternani, ma che tifano per la Ternana. Quindi siamo in buone mani, dobbiamo lasciarli lavorare. Il dato è tratto, a breve avremo risposte su ciò che accadrà». La mente, dunque, va solo alla gara con il Pontedera: «È una partita di Coppa Italia, sarà il nostro primo vero incontro con la Serie C. In questo momento io voglio pensare alla Serie C, non mi voglio illudere. Voglio cominciare a fare quel percorso che io spero ci riporterà alla fine in Serie B, ma oggi dobbiamo iniziare a confrontarsi con le squadre di C». «Sono un realista – prosegue - stiamo costruendo in questo momento la squadra, sono un po’ timoroso da questo punto di vista. Sta venendo fuori la squadra che io ho chiesto: una squadra con un fortissimo carattere, personalità importanti, una squadra che potrà dare grandi soddisfazioni a noi e a Terni. Una squadra che sicuramente se la potrà giocare, poi la palla è tonda lo sappiamo tutti, ma io confido nel fatto che stavolta sia un tondo positivo per noi». Dalla sua la Ternana ha sempre il suo popolo: «La tifoseria di Terni ci ricorda tutti i giorni che è presente, i tifosi non mancano a Terni e noi dobbiamo fare il nostro lavoro. Le chiacchiere stanno a zero, in questo momento dobbiamo mettere in campo i fatti e i fatti nel calcio sono molto semplici, vince chi vince».

BIGLIETTI. La prevendita dei biglietti per la gara contro il Pontedera comincerà da oggi alle ore 15.30. Ecco i settori aperti e i prezzi: Curva Est “Viciani” (intero 8 euro, ridotto 4); Curva Nord (intero 8 euro, ridotto 4); Distinti B (intero 12 euro, ridotto 4); Tribuna B (intero 20 euro, ridotto 8); biglietto ridotto per over 65 e under 16 (le donne biglietto intero). Domenica 29 luglio i botteghini del Liberati saranno aperti dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.30. 

Ternana Unicusano coppa italia

Commenti

Potrebbero interessarti