MONDIALI 2018

Spagna-Argentina 6-1, una tripletta di Isco umilia Sampaoli
© EPA

Spagna-Argentina 6-1, una tripletta di Isco umilia Sampaoli

Serata da incubo per l'Albiceleste priva di Messi: Higuain sbaglia un gol clamoroso nei primi minutitwitta

martedì 27 marzo 2018

ROMA - La Spagna umilia con 6 schiaffi l'Argentina e manda un messaggio stentoreo alle altre favorite per il Mondiale: la squadra di Lopetegui si presenterà ai nastri di partenza del Mondiale con il volume della fiducia a mille dopo un successo storico contro l'Albiceleste, a cui non basta l'attenuante delle assenze, tra cui quella di Messi. Sampaoli entra nella storia dalla porta sbagliata: l'Argentina non subiva 6 gol dal 2009 contro la Bolivia, in una gara disputata in altura a La Paz e valida per le qualificazioni mondiali.

ERRORE HIGUAIN - Il match avrebbe preso una piega completamente diversa se all'ottavo gli ospiti non avessero sperperato un'occasione colossale: Meza si scatena sulla sinistra e mette una palla in mezzo splendida per Higuain che sbaglia in maniera clamorosa colpendo di piatto al volo. Superata la paura la Spagna trova il gol del vantaggio: Iniesta recupera palla, Asensio inventa un assist invitante per Diego Costa che infila in rete. L'attaccante dell'Atletico Madrid non può esultare perché rimane a terra contuso ma alla fine si rialza e riprende a giocare. Diciottesima gara consecutiva in rete per le Furie Rosse. A metà primo tempo si rivede l'Argentina con un bel dialogo tra Lo Celso e Meza: solo un intervento provvidenziale di Sergio Ramos ferma il centrocampista dell'Independiente. Anche in questo caso dopo lo scampato pericolo, nasce una rete della squadra di Lopetegui: al 27' Asensio questa volta inventa in orizzontale per Isco che non lascia scampo a Caballero, entrato al posto dell'infortunato Romero. Le Furie Rosse sembrano dominare ma prima dell'intervallo l'Argentina dimezza le distanze con una zuccata di Otamendi su corner battuto da Banega.

INCUBO ALBICELESTE - Nella ripresa la Spagna archivia la pratica segnando altri 2 reti nello spazio di pochi secondi: Isco autografa il 3-1 al 52' su assist di Iago Aspas e poi alla festa si iscrive anche Thiago Alcantara, autore del quarto gol. Al 66' l'Argentina colpisce il palo con Otamendi su punizione di Lo Celso ma è un lampo prima che la sconfitta netta si trasformi in incubo. Al 74' Aspas sfrutta il lancio millimetrico De Gea e gonfia la rete con estrema facilità. Il disastro argentino viene ufficializzato dall'ennesimo harakiri della difesa argentina che innesca il sesto graffio a firma Isco, firmatario di una splendida tripletta. La fotografia più nitida del tonfo la scatta Messi che dopo aver assistito al disastro in tribuna, se ne va disgustato a 12 minuti dalla fine.

La Spagna travolge l'Argentina di Higuain

Tutte le notizie di Mondiali 2018

Approfondimenti

Commenti