MONDIALI 2018

Guardiola aiuto Mundial: «Se mi cercherete io ci sarò sempre»
© Getty Images
0

Guardiola aiuto Mundial: «Se mi cercherete io ci sarò sempre»

«Chiamate pure 24 ore su 24» ha scritto Guardiola ai suoi giocatori impegnati in Russia: sono 16, il City è la squadra più rappresentata

di Giovanni Armanini martedì 12 giugno 2018

Per voi ci sono sempre: 24 ore su 24 sette giorni alla settimana. Il messaggio di Pep Guardiola è stato chiarissimo: la linea diretta non si interromperà mai tra giocatori del Manchester City e il loro allenatore nel club durante il mondiale. Superlavoro per il catalano. Sono ben 16 i suoi giocatori in Russia. Ed il City è la squadra più rappresentata davanti a Real (15) e Barcellona (14). E dire che manca pure Leroy Sane, escluso dalla lista tedesca, limitando al solo Gundogan la presenza City nella Germania. A rivelare il rapporto privilegiato giocatori allenatore è stato John Stones, uno dei 4 nazionali inglesi, insieme a Sterling, Delph e Walker. Solo Delph non è un titolare inamovibile. La nazionale dei tre leoni in ritiro a San Pietroburgo inizierà lunedì prossimo. Stones è all'esordio in un torneo internazionale dopo che due anni fa Roy Hodgson lo convocò all'Europeo senza schierarlo. Da allora il passaggio al City e due stagioni di grande maturazione. Ma l'Inghilterra non sarà la nazionale più rappresentata, per lo meno non da sola. Nel Brasile militano altri 4 Cityzens. Oltre al portiere Ederson ci sono Danilo, Fernandinho e Gabriel Jesus. A quest'ultimo è legalo di protagonista accanto a Neymar e Coutinho. E nel suo quartiere la sua figura è diventata una gigantografia che troneggia sopra il campetto di periferia nel quale ha mosso i primi passi. E per i ragazzi che sognano di diventare come lui è già diventato un mito.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Guardiola

Commenti

La Prima Pagina

Potrebbero interessarti