Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A, Fiorentina-Inter 1-1: beffa Simeone, per Spalletti prosegue il digiuno
© Getty Images

Serie A, Fiorentina-Inter 1-1: beffa Simeone, per Spalletti prosegue il digiuno

Finale amaro al Franchi per i nerazzurri, di Icardi il gol del vantaggio. L'ultima vittoria interista risale al 3 dicembre contro il Chievo: da quel momento in poi tre pareggi e due sconfittetwitta

venerdì 5 gennaio 2018

di Valerio Albensi

TORINO - Niente da fare per l'Inter, il digiuno non è ancora finito. In casa della Fiorentina è 1-1: Icardi porta avanti la squadra di Spalletti nel secondo tempo, ma nei minuti conclusivi Simeone evita ai suoi una sconfitta che. per quello che si è visto in campo, sarebbe stata immeritata. L'ultima vittoria interista in Serie A è di oltre un mese fa, il 3 dicembre contro il Chievo: da quel momento in poi, tre pareggi e due sconfitte. E dopo la sosta l'Inter se la vedrà a San Siro contro la Roma, che domani può agganciarla a 42 punti.

TORNA BORJA - È la serata di Borja Valero, che torna per la prima volta a Firenze da avversario dopo l'addio di questa estate. Il pubblico del Franchi lo accoglie con applausi, cori e uno striscione che contesta la società. Lo spagnolo è al suo posto alle spalle di Icardi, ma alla sua destra a sorpresa non c'è Candreva, ma Joao Mario.

INTER IN DIFFICOLTA' - Non è una partita facile per l'Inter perché il pressing altissimo degli uomini di Pioli toglie aria a Vecino e Gagliardini. E quando Chiesa e soci riconquistano palla nella metà campo interista per la difesa di Spalletti sono problemi seri: Chiesa ci prova di sinistro da fuori area dopo sei minuti, ma la palla finisce alta; poco dopo Theureau non riesce ad approfittare di uno scivolone di Ranocchia al limite dell'area e da buona posizione calcia altissimo. Nella prima mezz'ora, la Fiorentina gioca dieci palloni all'interno dell'area avversaria, l'Inter solo due e nessuno con Icardi. La produzione offensiva interista del primo tempo è un tiro-cross di Perisic respinto da Sportiello e un destro centrale da fuori area di Vecino. La heatmap del primo tempo della squadra di Spalletti parla chiaro: dalle parti di Sportiello si è vista quasi mai.

Serie A, Fiorentina-Inter 1-1: beffa Simeone, per Spalletti prosegue il digiuno

CI PENSA ICARDI - La Fiorentina attacca a testa bassa e produce, anche in apertura di secondo tempo, ma a passare è l'Inter alla prima vera occasione: è un grande classico del calcio. Succede al 55': Cancelo, il migliore dei suoi, si procura una punizione dalla trequarti destra e calcia il pallone sul primo palo; Icardi ci arriva di testa, Sportiello respinge, ma non può nulla sul secondo tentativo del capitano interista, fino a quel momento completamente isolato. Anche il Var approva e a Spalletti in panchina scappa un mezzo sorriso dopo tanti rimproveri ai suoi giocatori. La squadra di Pioli è ferita e cerca di rispondere subito: Handanovic vola su una punizione di Biraghi e toglie la palla dall'incrocio. Il portiere è fortunato poco dopo quando si ritrova sul ginocchio un pallone svirgolato da Skriniar, palla che sarebbe finita in porta. Chiesa è il più attivo, una spina nel fianco di Skriniar e compagni.

IL COLPO DEL CHOLITO - Ora la partita è bellissima: l'Inter sfiora il raddoppio con un colpo di testa di Borja Valero da pochi passi, la squadra di casa risponde con una spettacolare rovesciata di Babacar che Handanovic riesce a deviare sopra la traversa. La Fiorentina insiste a testa bassa e nei minuti conclusivi trova un pareggio meritato: Eysseric pesca Simeone solo in area, il "Cholito" controlla e batte Handanovic di sinistro. È l'ultima emozione della partita, per l'Inter è un finale amaro.

SERIE A, FIORENTINA-INTER 1-1: TABELLINO, STATISTICHE E CRONACA LIVE

La classifica aggiornata della Serie A

Tags: SpallettipioliIcardiHandanovicChiesaSimeone

Tutte le notizie di Serie A

Approfondimenti

Commenti