Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Spalletti: «Sarò io l'allenatore dell'Inter il prossimo anno»
© Marco Canoniero

Spalletti: «Sarò io l'allenatore dell'Inter il prossimo anno»

La conferma durante la conferenza stampa prima della partita contro il Veronatwitta

venerdì 30 marzo 2018

MILANO - "Non sono in scadenza. Oggi sono venuti i dirigenti per preparare la tournée estiva della squadra negli Stati Uniti. Saro' l'allenatore dell'Inter il prossimo anno": cosi' Luciano Spalletti risponde a una domanda sul prolungamento del contratto che lo lega al club nerazzurro nel corso della conferenza stampa alla vigilia della sfida casalinga contro il Verona. 

Parlando della lotta per la Champions Spalletti ha sottolineato che "qui c'è la possibilità di raggiungere un obiettivo importantissimo, è il motivo per cui anche domani ci sono 60mila persone allo stadio - ha ricordato - Il desiderio di farli contenti deve essere fortissimo, deve farci trovare la soluzione a qualsiasi problema individuale per fare questi risultati che ci mancano". L'ex allenatore della Roma ha poi 'richiamato' virtualmente Kondogbia, attualmente al Valencia che vanta un diritto di riscatto. "Sta facendo molto bene, se non esercitano il diritto...- ha evidenziato - Poi gli altri sono andati via da poco. Nagatomo sta facendo bene, Joao Mario ha giocato partite molto interessanti. Ci sono situazioni in via di sviluppi, e c'è Gabi che ha fatto anche gol".

Per spronare i suoi nella corsa al quarto posto Spalletti ha sottolineato di voler "cercare di determinare qualcosa, so che se non raggiungiamo questo obiettivo ce lo porteremo dietro solo per sempre - ha aggiunto - Nel futuro potrà dare molto fastidio il ricordo di non aver raggiunto questo obiettivo. Il fattore San Siro? Bisogna togliere il dubbio che possa crearci difficoltà, quella è casa nostra, dobbiamo far vedere che conosciamo come è dislocata e portare noi l'avversario in giro per il campo. Se si gioca all'Inter i 60mila di domani sera devono essere un aiuto, sennò bisogna andare a giocare in un'altra squadra", ha concluso il tecnico nerazzurro.

 

Tags: Inter-Verona

Tutte le notizie di Serie A

Approfondimenti

Commenti