Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A, Roma-Chievo 4-1: Schick, El Shaarawy e doppietta di Dzeko
© www.imagephotoagency.it

Serie A, Roma-Chievo 4-1: Schick, El Shaarawy e doppietta di Dzeko

La corsa Champions della squadra di Di Francesco continua nonostante il rosso a Juan Jesus al 56’: Alisson para un rigore a Inglese che nel finale firma la rete della bandieratwitta

sabato 28 aprile 2018

ROMA – Prima del sogno di un’altra remuntada e della finale di Kiev c’è una qualificazione Champions da conquistare. La Roma non si lascia distrarre dalla serata dorata di Momo Salah e contro il Chievo ottiene il bottino pieno confermando il terzo posto in classifica a +3 sulla Lazio in attesa del derby d’Italia tra Inter e Juve. A dare l’ennesima mazzata stagionale alla squadra di Maran (che adesso attende le sfide delle dirette rivali) ci pensano Schick, El Shaarawy e la doppietta di Dzeko. Il tutto nonostante l’imprudenza di Juan Jesus, che lascia i compagni in 10 per quasi tutto il secondo tempo nell’azione che vede Alisson protagonista con il rigore parato a Inglese. L’attaccante di proprietà Napoli firma all’88’ il 4-1 finale.

Roma-Chievo 4-1: tabellino e statistiche

Classifica Serie A

SCHICK E DZEKO – Il Chievo si ferma al palo, la Roma colpisce. La traversa di Castro è l’antipasto al primo gol della giornata, messo a segno da Schick all’8’: Nainggolan ruba il pallone a Radovanovic e serve splendidamente l’ex attaccante della Samp che di piatto supera Sorrentino. La squadra di Di Francesco va a un passo dal raddoppio con Fazio (palo al 12’ con un colpo di testa) e con El Shaarawy. In realtà il Faraone castiga il Chievo, ma il Var annulla la rete per il fuorigioco dello stesso El Shaarawy. Maran è costretto a fare a meno di Depaoli (dentro Jaroszynski) mentre DiFra impreca contro il 22° palo colpito in stagione sul tiro a giro dell’onnipresente El Shaarawy. La gioia arriva più tardi, al 41’, quando Dzeko elude l’intervento di Radovanovic sul traversone di Kolarov e batte Sorrentino.

DOPPIO EDIN - L’ingenuità di Juan Jesus (trattiene Inglese in area) ha tutte le carte in regola per riaprire la partita perché il fallo del brasiliano al 56’ costa il rosso e il rigore: dal dischetto va l’attaccante promesso al Napoli che però si fa murare da Alisson. L’intervento del portiere giallorosso sprona i compagni che nel giro di due minuti calano il poker. Prima con El Shaarawy al termine di una straordinaria azione personale (65’) e poi con Dzeko con un preciso sinistro da fuori area (67’). Nel finale c’è spazio per la rete della bandiera del Chievo, che arriva con il bel colpo di testa di Inglese da calcio d’angolo (88’). 

Tutte le notizie di Serie A

Approfondimenti

Commenti