Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Chievo-Cagliari: che noia. Pinilla spreca un rigore

Finisce 0-0 la prima sfida dell'anno al Bentegodi: match bloccato, pochissime occasioni, ma i sardi buttano al vento i tre punti sbagliando dal dischettotwitta

domenica 5 gennaio 2014

VERONA - Sbadigli e pioggia. Al Bentegodi si chiude senza gol, con uno 0-0 moscio come non mai, la sfida salvezza tra Chievo e Cagliari. Il terreno pesante non fa decollare la partita. E di occasioni vere e proprie non se ne vedono, escludendo un calcio di punizione di Thereau sul quale Rigoni e Dainelli non arrivano per questione di centimetri. Errori su errori: la densità a centrocampo impedisce la costruzione del gioco. Nella ripresa i ritmi restano bassissimi. Al 59' il Chievo crea una palla gol: Hetemaj serve Thereau che di piatto sfiora il palo alla destra di Adan. Al 66' Pinilla viene steso in area da Cesar: ammonizione e rigore. Dal dischetto si presenta il cileno che carica al massimo la barra della potenza e spara alto sopra la traversa. Una chance irripetibile: il Cagliari getta letteralmente al vento un match ball. I cambi servono a poco: Paloschi e Ibarbo non pungono. E negli archivi entra uno 0-0 che non passerà alla storia.    

Tutte le notizie di Cagliari

Approfondimenti

Commenti