Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Serie A Empoli, Pasqual: «Chievo? Difficile da battere»
© www.imagephotoagency.it

Serie A Empoli, Pasqual: «Chievo? Difficile da battere»

Il difensore: «Squadra esperta ed attrezzata, ha ottime individualità in ogni reparto»
twitta

giovedì 9 marzo 2017

EMPOLI - "Fischi? Il tifoso pagante ne ha il diritto, ma c'erano altre partite in cui lo avremmo meritato di più. Con il Genoa non siamo stati remissivi. La nostra mentalità è provare a vincere e questo lo abbiamo fatto". Il difensore dell'Empoli, Manuel Pasqual, fa il punto della situazione in vista della gara con il Chievo: "C'è amarezza per la sconfitta con il Genoa. Avevamo voglia di vincere, ma nel finale è arrivato quel gol e il 2-0 è arrivato mentre cercavamo di rimediare. Potevamo allungare le distanze con le inseguitrici: è andata così e ci dispiace. Sui gol i numeri sono chiari. Ma guardo al complesso: quando si parlava bene della difesa dicevamo che il merito era di tutti. Adesso probabilmente è anche colpa del resto della squadra che non mette gli attaccanti in condizione di segnare. I fischi accompagnano l'amarezza di non aver fatto risultato, ma ha ragione Maccarone: i più esperti sanno gestire meglio, quindi è bene prendersela prima con i più esperti".

CLASSIFICA SERIE A

VERSO IL CHIEVO - "Il Chievo è una squadra attrezza e di esperienza. E' difficile da battere, hanno ottimi elementi in ogni zona del campo. Se portiamo a casa un risultato positivo può aiutarci molto. Ex viola con il Chievo? Non li vedo da tempo, so che sono forti, possiamo provare a metterli in difficoltà con la velocità. La classifica? Avrei firmato per avere questo vantaggio in questo momento del campionato. Ma non dobbiamo pensarci. Non dobbiamo guardare a cosa fanno le altre, ma sapere che il destino è nelle nostre mani. La corsa dobbiamo farla su noi stessi. Se vinciamo dietro possono fare qualsiasi cosa ma noi restiamo avanti".

TUTTO SULL'EMPOLI

Tags: EmpolipasqualChievo

Tutte le notizie di Empoli

Approfondimenti

Commenti