Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Fiorentina: Rossi, non così grave. Lesione al collaterale

L'attaccante della Fiorentina è uscito dal Cto di Firenze con uno sguardo un po' più sereno. Non è rottura del legamento anteriore ma "solo" di una fortissima distorsione del ginocchio destro con lesione del collaterale. Niente operazione ma volerà in America per capire meglio i tempi di recupero. Ancora speranza per i Mondialitwitta

lunedì 6 gennaio 2014

FIRENZE - Sono concluse, presso il Cto di Firenze, gli accertamenti per capire l'entità dell'infortunio subito ieri sera da Giuseppe Rossi, al ginocchio destro, durante la partita Fiorentina-Livorno. Tutta la società Viola, ma anche tutto il calcio italiano essendo l'attaccante un patrimonio della Nazionale azzurra, sono in ansia: Rossi, colpito duro dal difensore livornese Rinaudo si è fatto male allo stesso ginocchio operato tra l'ottobre 2011 e la primavera del 2012 per la doppia rottura del legamento crociato. Infortunio che lo costrinse ad oltre un anno di inattività.

IL COMUNICATO DELLA SOCIETÀ - Ecco il comunicato della società su Giuseppe Rossi: «Nella mattinata di oggi il calciatore Giuseppe Rossi è stato sottoposto a visita ortopedica e accertamenti diagnostici che hanno confermato il trauma distorsivo al ginocchio già precedentemente sottoposto a intervento chirurgico di ricostruzione del legamento crociato anteriore destro con attuale lesione di 2° grado del legamento collaterale mediale del medesimo arto. Per la corretta valutazione dell'entità del danno e prognosi, sarà eseguita nei prossimi giorni una visita specialistica da parte del prof. Richard Steadman, lo stesso chirurgo che ha eseguito il secondo intervento di ricostruzione del crociato».

LE PAROLE DI PRANDELLI - "In bocca al lupo Giuseppe, l'Italia ti aspetta": anche Cesare Prandelli accenna un sorriso dopo la prima diagnosi sull'infortunio di Rossi. "Per quello che ha passato - dice all'Ansa il ct che conta sull'attaccante per il Mondiale - Giuseppe ha una gran forza di carattere, sa quanta lo stimiamo. E allora dico: forza Giuseppe, ti aspettiamo".

DISTORSIONE GINOCCHIO - Dunque forte distorsione del ginocchio destro con lesione del legamento collaterale e non di quello anteriore. Un infortunio grave, ma non definitivo per il giocatore che dunque potrebbe tornare in corsa già per questo campionato e, soprattutto, per il Mondiale del prossimo giugno. All'uscita dall'ospedale di Firenze il calciatore, ieri in lacrime dopo il fallo di Rinaudo, è apparso un po' più sollevato. Ora si attende il comunicato della società viola che dovrebbe confermare la distorsione del ginocchio destro con sollecitazione del legamento collaterale. Rossi volerà subito negli Stati Uniti dal prof. Steadman. Non sarà necessario l'intervento chirurgico, ma ulteriori controlli per capire le condizioni degli altri legamenti oggi coperti dall'ematoma dopo la botta di ieri contro il Livorno.

LE PAROLE DEL PROCURATORE - "Siamo più ottimisti": così Andrea Pastorello, agente di Giuseppe Rossi, all'uscita dell'ospedale traumatologico di Firenze dove questa mattina il giocatore della Fiorentina si è sottoposto ad accertamenti diagnostici e clinici dopo l'infortunio al ginocchio subito al 26' del secondo tempo nella gara giocata ieri tra Fiorentina e Livorno. Secondo alcune indiscrezioni gli esami diagnostici avrebbero evidenziato una sollecitazione del legamento mediale del ginocchio, ma niente rottura. Con questa diagnosi il giocatore non dovrebbe avere la necessità di un'operazione chirurgica per risolvere il problema, ma è chiaro che una decisione sarà presa quando il giocatore andrà a Vail in Colorado per un'ulteriore visita dal professor Steadman, lo stesso chirurgo che lo ha operato due volte ai legamenti crociati del ginocchio infortunato.

LE PAROLE DEL PROFESSOR GALANTI - L'attaccante Viola, capocannoniere della Serie A con 14 reti, ha effettuato una visita ortopedica strumentale. "Le sensazioni del ragazzo sono limitate - ha dichiarato il professor Giorgio Galanti, che fa parte dello staff sanitario del club - cerchiamo di valutare bene la situazione, un ko del genere sarebbe capitato a tutti, basta vedere le immagini televisive". Rossi, preoccupato e scuro in volto si è presentato al Cto con le stampelle, accompagnato dal procuratore Pastorello, dal suo fisioterapista Luke Bongiorno e dalla responsabile delle comunicazioni della Fiorentina Elena Turra.

Tutte le notizie di Fiorentina

Approfondimenti

Commenti