Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Fiorentina, Montella: «Arbitri? Noi forse risultiamo antipatici...»

Il tecnico: «Arbitri? Serve più collaborazione. Sembra un testa a testa tra le categorie. Non siamo avversari»twitta

lunedì 24 febbraio 2014

PARMA - - "Stiamo vivendo un paradosso: ho la sensazione che noi siamo antipatici anche fisicamente, come comportamento. Ci siamo capiti...". La tifoseria viola protesta per alcuni presunti torti arbitrali, Vincenzo Montella glissa, ma fino a un certo punto. "La squadra è un pò nervosa - spiega ai microfoni di 'Il Processo del lunedì' su Rai Sport 1 - Io ho sempre accettato ogni decisione. Ma i giocatori alcuni le accettano, altro meno. In un anno e mezzo hanno subito a ripetizione, si sentono defraudati. Chiediamo più collaborazione agli arbitri. Ci vuole più comprensione, sono situazioni che si ripetono". E continua: "Ci vorrebbe che qualcuno facesse un passo avanti verso la Fiorentina. Anche io mi sento un po' antipatico. Spero non sia così".

"Potevamo gestire meglio la gara, soprattutto nel primo tempo - ha detto Montella a Sky -. Abbiamo reagito bene contro un avversario difficile anche in inferiorità numerica ma peccato per le due espulsioni, dobbiamo essere più bravi nella gestione della partita e controllarci. Abbiamo fatto un grande primo tempo, ma non siamo stati risolutivi e cinici. Nel momento migliore abbiamo subito gol e poi ci siamo innervositi, ma con tenacia e forza abbiamo riacciuffato il risultato". Montella spiega anche cosa si è detto con l'arbitro Gervasoni a fine gara: "Ci sono un sacco di equivoci, a fine partita ho voluto salutarlo, poi ho saputo che l'arbitro può salutare anche lontano da metà campo e quindi ci siamo chiariti nello spogliatoio". In campo si è rivisto Mario Gomez, a lungo assente per infortunio: "Si è battuto, ma non c'era continuità di gioco. Deve ritrovare la forma, ha una bella stazza, quindi ha bisogno di più tempo". Interpellato ancora sugli arbitri Montella aggiunge: "Talvolta non conviene dire la propria, credo che comunque ci voglia più collaborazione tra arbitri e giocatori. Ci vuole uno sforzo da parte di tutti, senza per questo diventare avversari".

POCA LUCIDITA' - Tanto nervosismo per Fiorentina che finisce la gara in 9 uomini, ma riesce lo stesso a strappare un punto a Parma. Così Montella: «Arbitri? Serve più collaborazione. Sembra un testa a testa tra le categorie, ci vuole uno sforzo da parte dei giocatori, dagli arbitri e da chi gestisce i fischietti. Non siamo avversari. Proteste? Non ho protestato, volevo salutare l'arbitro al centro del campo e i giocatori. Dobbiamo essere più bravi, serve più lucidità, questa situazioni tolgono giocatori ed energie». Partita strana. «Ho visto una bella reazione con l'uomo in meno, contro un Parma tosto da affrontare.  Dopo il gol, ci siamo innervositi. Ma siamo riusciti a raicciuffare un pareggio giusto. Gomez? L'ho inserito quando eravamo in dieci, si è battuto, deve piano piano recuperare la forma». 

Tutte le notizie di Fiorentina

Approfondimenti

Commenti