© ANSA

Bomber Juve di scorta: Llorente si gioca tutto

Vuole segnare alla Lazio per conquistarsi un posto a Berlino e nella Juve del futurotwitta

martedì 19 maggio 2015

di Camillo Forte

TORINO - Llorente contro tutti. Nel senso buono del concetto, ovviamente. Contro il suo amico Morata per soffiargli il posto da titolare nella finale di Berlino, contro Allegri per dimostrargli che merita di scendere in campo contro il Barcellona nella partita che tutti i giocatori del mondo vorrebbero disputare e contro i dirigenti per convincerli a riconfermarlo per la prossima stagione nonostante l’arrivo di Dybala. Lazio-Juve, dunque, per lui è una partita davvero speciale perchè in palio non c’è solo la Coppa Italia che il club di corso Galileo Ferraris insegue da vent’anni. Ha vinto e rivinto tutto ma, incredibilmente, manca il trofeo di casa nostra. Che non è la Champions ma comunque un traguardo di assoluto prestigio. Fisicamente il Re Leone sta bene anche se non è più quello che ha fatto la differenza e tantissimi gol la scorsa stagione. «E’ vero - ha spiegato nei giorni scorsi - però ho ugualmente dato il mio importante contributo alla squadra e... ho anche segnato delle reti importanti. Adesso, come del resto tutti i miei compagni, sono pronto per queste ultime due finali dove proviamo e vogliamo vincere tutto».

Otto reti - Come ha lui stesso confermato anche quest’anno qualche gol lo ha fatto: otto in 42 presenze. Che non sono tantissimi ma che comunque hanno dato un significato importante alla sua annata. E questo bottino potrebbe impreziosirlo ancora di più. Basterebbe una prodezza domani all’Olimpico per entrare nella storia juventina visto che è da 20 anni che a Torino non festeggiano questo ambitissimo trofeo. Lui lo sa bene e per questo cercherà di sfruttare l’occasione. Di solito non fallisce mai gli appuntamenti che contano.

Leggi l'articolo completo sull'edizione di Tuttosport in edicola

Tags: Juventusllorentecoppa italia

Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti