Juventus

Duro? È un girone da Juve. Anche il Golden Boy 2015 contro i bianconeri

Allegri pesca il City di Raheem Sterling, premiato da Tuttosporttwitta

venerdì 28 agosto 2015

dal nostro inviato Roberto Colombo

MONTECARLO - La buona sorte, almeno nell'urna, ha girato completamente (o quasi) le spalle alla Juventus. Mettiamola così: gli ex blaugrana Juliano Belletti, Carles Puyol ed Eric Abidal, incaricati di estrarre le palline nella prestigiosa cornice del Grimaldi Forum, affacciato sulla baia di Montecarlo, non hanno pescato benissimo. La Juventus, finalista della passata edizione, era inserita nell'urna 1, quella delle teste di serie: nonostante questo piccolo “vantaggio” si troverà a fare i conti con un girone difficilissimo che la vedrà opposta al Manchester City di Manuél Pellegrini, rinforzatosi e non poco anche in questo mercato estivo grazie ai dollari dell'emiro Mansour Bin Zayed Al Nayan, il Siviglia di Unai Emery campione in carica dell'Europa League e, dulcis in fundo, il Borussia Moenchengladbach guidato dal tecnico svizzero Lucien Favre, terza forza dell'ultima Bundesliga. Insomma, poteva andare meglio.

C'È IL GOLDEN BOY 2015 - L'ostacolo più alto che la squadra di Allegri si troverà di fronte, peraltro anche il primo a livello di calendario, visto che la Juve esordirà a Etihad Stadium il 15 settembre, è il Manchester City. Quella di Pellegrini è una macchina pressocché perfetta: per averne coscienza basta dare un'occhiata a quest'inizio di Premier. Dopo 3 giornate i Citizens sono a punteggio pieno con 8 gol realizzati e nessuno al passivo. Cifre pazzesche, come quelle che si ottengono analizzando gli arrivi estivi. Alla corte di Pellegrini sono approdati l'ex Liverpool Raheem Sterling (European Golden Boy di Tuttosport in carica), il nazionale argentino Nicolàas Otamendi dal Valencia, Fabian Delph dall'Aston Villa e i due diciottenni Patrick Roberts (ex Fulham) e Enes Unal (ex Bursaspor). Malcontati, fanno quasi 150 milioni di euro sborsati per compiere il grande salto non solo in Inghilterra ma nel continente.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SU TUTTOSPORT IN EDICOLA

Tags: JuventusChampions LeagueGolden BoySterling

Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti