Tacconi su Sacchi: «Juventus come Rosenborg? Non capisce tanto di calcio»
© www.imagephotoagency.it

Tacconi su Sacchi: «Juventus come Rosenborg? Non capisce tanto di calcio»

L'ex portiere bianconero: «Senza gli olandesi non avrebbe vinto tanto. Sacchi non ha giocato a calcio e certe dinamiche non le conosce»twitta

giovedì 10 marzo 2016

ROMA - Juventus come il Rosenborg? A rispondere ad Arrigo Sacchi e a prendere le difese di Massimiliano Allegri e del club bianconero ci pensa Stefano Tacconi, ex portiere juventino tra il 1983 e il 1992. «Non sono d’accordo assolutamente con quello che dice Sacchi. Chi vince fa sempre divertire e anche la mia Juve, spesso criticata e definita "catenacciara", dava spettacolo avendo in organico grandi campioni e ottimi gregari come Bonini, Favero e Brio», esordisce Tacconi nell'intervista rilasciata al sito Itasportpress.it.

SACCHI: «ALLEGRI, NON BASTA VINCERE! CONTE FENOMENO»

«NON CAPISCE TANTO DI CALCIO» - Poi Tacconi continua l'attacco senza usare giri di parole: «Sacchi è stato fortunato perché ha vinto grazie agli olandesi. Senza di loro non avrebbe alzato alcun trofeo in Europa. Sono i calciatori che fanno la fortuna dell’allenatore e non il contrario. Avere Van Basten, Gullit e Rijkaard è stata la sua fortuna, anzi vorrei aggiungere che per lo spessore tecnico che aveva il suo Milan, poteva vincere molto di più. Sacchi non ha giocato a calcio e quindi non conosce certe dinamiche e credo che non ne capisca poi così tanto. Che senso ha paragonare una squadra come la Juve, che l’anno scorso è arrivata in finale di Champions, al Rosenborg che non ha passato mai la fase a gironi?». Sacchi replicherà?

SACCHI ATTACCA ALLEGRI: «NON BASTA VINCERE, JUVE COME IL ROSENBORG»

Tags: JuventusSacchiTacconiConteAllegri

Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti