Agnelli a Galliani: «Supercoppa? L'esperienza vince sempre»

Siparietto tra il presidente della Juve e l'ad del Milan, che sottolinea: «La squadra di Allegri è solida e feroce, ma non ci hanno mai messo sotto nel gioco»twitta

lunedì 19 dicembre 2016

MILANO - Una "Juventus solida e feroce" contro un "Milan giovane e bello". Adriano Galliani inquadra così la Supercoppa italiana, il quarto confronto fra le due squadre nel 2016. "In questo anno solare, non ci hanno mai messo sotto come gioco - ha notato l'ad rossonero dopo l'assemblea della Lega Serie A -. Siamo felici perché facciamo la seconda finale della stagione e speriamo di vincere perché dalla Supercoppa di Pechino 2011 non alziamo un trofeo".

AGNELLI-GALLIANI - Breve siparietto fra il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, e Adriano Galliani, al termine dell'assemblea della Lega Serie A che precede di pochi giorni la Supercoppa italiana in scena a Doha venerdì. Rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano quante possibilità ha il Milan di battere i campioni d'Italia, Galliani ha notato che "in ogni partita, prima di cominciare, le chance sono al 50%. Vediamo, comunque il Milan sta bene". Poi l'ad rossonero ha fermato Agnelli, passato alle sue spalle per imboccare l'uscita degli uffici della Lega: "Tu - gli ha domandato scherzando - hai idea di cosa succederà a Doha?". "L'esperienza vince sempre", ha tagliato corto sorridendo il presidente della Juventus, prima di congedarsi rapidamente.

MONTELLA: «NON ODIO LA JUVE»

SULLA JUVE - "Il campionato è chiuso? Sul piano del gioco non è chiuso - ha replicato Galliani -. Come dicevo prima ad Andrea (Agnelli, ndr) anche per noi anni fa, quando avevamo Van Basten e certi giocatori, le giocate dei grandi campioni facevano vincere le partite. Il gol che ha fatto Higuain l'altra sera in questo momento in Italia francamente poteva farlo solo lui. Avere qualche grande campione ti fa vincere le partite. Il Barcellona con Messi è una cosa, senza Messi un'altra: l'altra sera la partita della Juve è stata decisa da una giocata incredibile di Higuain". 

SUPERCOPPA - "Siamo al quarto confronto con la Juventus in questo anno solare, non ci hanno mai messo sotto come gioco". Lo ha detto l'ad del Milan a tre giorni dalla Supercoppa italiana a Doha. "In una partita di campionato abbiamo perso giocando alla pari - dice -, poi abbiamo perso la finale di Coppa Italia giocando alla pari, quindi in autunno abbiamo vinto giocando alla pari. Sul piano del gioco non ho visto grandi differenze. Ora c'è la quarta partita, mi auguro si continui a giocare con l'equilibrio delle altre tre, magari con lo stesso risultato dell'ultima".

L'ad rossonero ha sottolineato che la squadra "sta bene: abbiamo vinto delle partite che magari potevamo non vincere, poi nelle ultime due abbiamo giocato bene con Roma e Atalanta ottenendo un punto, certamente poco per il gioco che abbiamo dimostrato. Intanto - ha proseguito - siamo felici perché facciamo la seconda finale della stagione e speriamo di tornare a vincere perché dalla Supercoppa di Pechino 2011 non alziamo un trofeo. Per noi è molto, molto importante, come società. Il presidente Berlusconi, che ho sentito anche questa mattina, ci tiene molto".

Tags: MilanAgnelliGallianiJuventus

Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti