Mandzukic contro Bonucci e Dani Alves: storia di un fake che diventa virale
© LaPresse

Mandzukic contro Bonucci e Dani Alves: storia di un fake che diventa virale

Un'intervista palesemente inventata ha fatto il giro del web, costringendo poi l'attaccante croato della Juventus alla smentita ufficialetwitta

sabato 15 luglio 2017

di Giuliano De Matteis

TORINO – Se Orson Welles nel 1938 dal microfono di una radio riuscì a far credere agli americani che gli alieni avevano invaso la Terra, come stupirsi nel veder diventare virale in poche ore una finta intervista in cui Mandzukic rivela i segreti di uno spogliatoio juventino in versione "saloon" a Cardiff e attacca i suoi compagni di squadra. Un fatto poco probabile, considerando l’esperienza e la professionalità dell’attaccante croato, un ‘fake’ in piena regola che in un’estate resa incandescente dall’addio al veleno di Dani Alves e dal passaggio di Bonucci al Milan diventa però “vero”, perché dà all’arrabbiato popolo juventino o alla solita morbosa folla di curiosi una valvola di sfogo. Dice loro quello che vogliono sentirsi dire sulle voci che si sono rincorse dopo l'ennesima finale di Champions League persa dai bianconeri e garantisce un motivo per schierarsi di diritto dalla parte della “ragione”, una giustificazione per gettare fango sui “traditori” (in alcuni casi senza alcun senso di civiltà come è accaduto sui social con gli insulti alla moglie e ai figli del difensore azzurro).

PARLA MARIO - Ecco così che il post apparso su un gruppo Facebook ha fatto il giro del web ed è stato persino considerato una “notizia” da alcuni siti di informazione. Ecco così che è diventato davvero “possibile” immaginarsi Mandzukic rispondere a Vinovo alle domande del fantomatico giornalista serbo Darko Meznovic e attaccare pesantemente Bonucci e Dani Alves, fino a pochi giorni fa suoi compagni e colleghi in un ambiente altamente professionale e geloso dei suoi segreti («Leo e Dani litigavano spesso e durante la finale abbiamo semplicemente assistito ad una delle loro tante scenate»). E come se non bastassero i toni surreali e sarcastici a farne intuire la falsità («uscì fuori un battibecco tra i 2 che sembrava non poter più finire (…) Max li divise e disse che alla fine della partita sarebbero stati tutti e due cacciati a calci nel c... (…) ora in ritiro il gruppo è tornato unito come sempre, senza la fastidiosa spavalderia di Leo e senza il solito brasiliano rompic...») gli stessi amministratori  del gruppo ne “confessano” la non veridicità: «Ci inventiamo storie sul calcio palesemente finte». Ma evidentemente - nell’era del web e dei social - i confini del “palesemente finto” sono persino più mobili dei campioni in estate durante il calciomercato… Tanto che nel tardo pomeriggio - incredibile ma vero - Mario Mandzukic ha dovuto smentire ufficialmente sul proprio profilo Instagram l'intervista a Darko Meznovic.

 

Mi stanno attribuendo parole che non ho MAI detto riguardo a Dani e Leo. La gente che mi conosce sa che non sono il tipo che parla alle spalle. Se devo dire qualcosa la dico in faccia e di sicuro queste non sono MIE parole. Tranquilli ragazzi e' un fake Words have been attributed to me regarding Dani and Leo. I have NEVER said such things. Who knows me knows that I never talk behind anyone's back. If I have to say something I always speak face-to-face and those where NOT my words Don't worry guys, FAKE Izmišljen je razgovor sa mnom vezan za Danija i Lea. NIKADA nisam izjavio takvo nešto. Tko god me poznaje zna da nikada ne govorim ljudima iza le?a. Ako imam nešto za re?i uvijek to kažem u lice, a ovo nisu moje rije?i. #forzajuve #finoallafine #mm17

Un post condiviso da Mario Mandžuki? MM 17 (@mariomandzukic_official) in data:

Tags: JuventusCardiffChampions League

Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti