Juventus, Rugani: «A Londra serve una gara straordinaria»
©  GETTY

Juventus, Rugani: «A Londra serve una gara straordinaria»

Il giocatore nato a Lucca esalta il suo reparto: «Siamo tornati a difendere da Juve. La compattezza e la solidità sono sempre state la nostra forza»twitta

lunedì 5 marzo 2018

TORINO - Alla vigilia di uno degli snodi più importanti della stagione, Daniele Rugani indica la ricetta per battere il Tottenham e timbrare il pass per i quarti: «Ci aspetta una partita in cui i dettagli saranno fondamentali. Credo sarà una gara più aperta rispetto a quella con la Lazio, che si difendeva molto bassa, con tutti gli uomini dietro la linea della palla. Teoricamente le squadre inglesi dovrebbero giocare in modo diverso... Partiamo da un 2-2 in casa e dovremo dare più del 100%, perché servirà una partita straordinaria per vincere».

ELOGIO DELLA DIFESA - La difesa della Juventus sta viaggiando ai confini della perfezione: «Siamo tornati a difendere da Juve. La compattezza e la solidità sono sempre state la nostra forza e non dipendono solo dai difensori. Quando ci sono miglioramenti così drastici dipende da tutta la squadra, a partire dal lavoro svolto dagli attaccanti. Tra la difesa a tre e e quella a quattro qualche differenza c'è, ma al di là dei moduli sono l'atteggiamento e la voglia di sacrificarsi che contano». Rugani sabato ha firmato il passaggio che ha innescato la magia di Dybala all'Olimpico: «Paulo ha praticamente fatto tutto da solo ed è stato fenomenale a segnare. Dopo il gol, scherzando, gli ho detto “questo è un assist”, e lui me lo ha confermato... Non so se sarà decisivo, visto che mancano ancora molte partite, ma è stato un momento importante, anche in considerazione del risultato del Napoli con la Roma. La nostra forza è questa: crederci fino alla fine. Non sono solo parole, ma è nel nostro DNA e l'abbiamo dimostrato in una partita difficile, contro una squadra scorbutica, che si difende bene e ha uomini forti e veloci davanti, che possono far male in contropiede come si era visto nelle altre due partite in cui li avevamo affrontati».

IL RAPPORTO CON ASTORI - Rugani è ancora scosso per la scomparsa di Astori: «Ci lascia una persona perbene: questa è la parola più adatta a definire Davide, un ragazzo di sani principi, leale, rispettoso... Una persona di cuore. Ho avuto la fortuna di conoscerlo in Nazionale e il suo ricordo rimarrà indelebile nel cuore di tutti».

Champions League, la Juventus giocherà qui: viaggio all'interno di Wembley

Tags: Daniele RuganiJuventus

Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti