Juventus

Juventus, Allegri: «Le parole di Pochettino? Normale che i nostri dirigenti entrino nello spogliatoio»

Rischio operazione per Bernardeschi. Cuadrado di nuovo in Germania per una visitatwitta

sabato 10 marzo 2018

di Marina Salvetti

1 di 2

TORINO - Turnover annunciato della Juventus dopo le fatiche di Wembley: contro l’Udinese spazio a De Sciglio e Asamoah sulle fasce (per gli squalificati Lichtsteiner e Alex Sandro), in porta Buffon lascia il posto a Szczesny, qualche dubbio invece a centrocampo e in attacco. «Mandzukic è recuperato - sottolinea Massimiliano Allegri in conferenza stampa - ma deciderò solo domattina chi giocherà davanti e nel mezzo». Uno fra Higuain e Dybala potrebbe riposare, come Pjanic con Bentancur pronto a sostituire il regista bosniaco.

LA SVOLTA - Per la Juventus le sfide contro Udinese e Atalanta possono portare al sorpasso in campionato. «Settimana della svolta? La sfida contro l’Udinese è lo snodo del campionato: arriviamo affaticati e ci troviamo di fronte a una squadra molto fisica e aggressiva, la terza più fallosa della serie A - dice il tecnico -. Abbiamo solo un risultato a disposizione, quello di vincere con pazienza, lucidità e ordine dobbiamop portare a casa i tre punti. Al momento non abbiamo ancora fatto niente perché in campionato siamo secondi; in Champions siamo ai quarti, che resta un obiettivo straordinario; in finale di Coppa Italia ci siamo, però al momento non abbiamo vinto nulla. Quindi bisogna restare con i piedi per terra e soprattutto lavorare. E mentalmente non staccare perché non possiamo permettercelo. L'anno scorso avevamo otto punti di vantaggio, quest'anno ne abbiamo uno di ritardo. Per cui domani dovremo essere pronti a battagliare».

Juventus, la probabile formazione per l'Udinese: Allegri cambia

Tags: AllegriJuventus

1 di 2
Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti