Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

0

Juventus, operazione terzino: rilancio su Bernat

Il club bianconero continua a fare sondaggi per i laterali sinistri in vista dell’addio di Asamoah e pure per i problemi al ginocchio di Spinazzola, che a breve si sottoporrà a nuovi esami

di Filippo Cornacchia martedì 15 maggio 2018

TORINO - L’ultima “allegrata” (Cuadrado terzino) rende meno pressante la ricerca di un sostituto di Stephan Lichtsteiner (Darmian e Arias le piste più calde), però la Juventus saluterà a parametro zero anche Kwadwo Asamoah, diretto all’Inter. L’erede designato del ghanese è Leonardo Spinazzola, di rientro dal prestito biennale all’Atalanta, ma intorno al 25enne allievo di Gian Piero Gasperini si è diffusa un po’ di ansia nelle ultime ore. Spinazzola non mette piede in campo da quasi due mesi (Verona-Atalanta 0-5) per un problema ai legamenti del ginocchio. 

L’infortunio è simile a quello subito da Federico Bernardeschi nel derby del 18 febbraio. Il numero 33 juventino è rimasto ai box fno al 18 aprile, ma grazie agli ottimi esiti della terapia conservativa ha evitato l’intervento chirurgico ed è tornato protagonista per il finale di stagione. Spinazzola, più o meno nello stesso arco di tempo (sono passati 50 giorni dall’infortunio in Nazionale), non ha ancora risolto il problema. Stando a quanto filtra dagli ambienti bergamaschi, nelle prossime 24/48 ore il laterale nerazzurro di proprietà della Juventus verrà sottoposto a nuovi accertamenti. Dai controlli medici si conosceranno i tempi di recupero: in casa Juventus sperano di poter evitare l’operazione come è già successo con Bernardeschi, ma il pericolo esiste. E in quel caso Spinazzola, tra intervento, riabilitazione e rientro al cento per cento, rischierebbe di star fuori 6-7 mesi e di fatto perderebbe l’inizio della prossima stagione. I dirigenti juventini incrociano le dita

(Qui gli aggiornamenti sulle analisi di questa mattina)

 Dovesse concretizzarsi il peggiore degli scenari, i campioni d’Italia dovrebbero ingaggiare un terzino sinistro a prescindere dal futuro di Alex Sandro, che continua a essere ambito a livello internazionale nonostante l’esclusione dal Brasile per Russia 2018. Sull’ex Porto sono vigili Manchester United e Psg: sulla carta è l’indiziato numero uno ad essere sacrificato in nome del bilancio, ma sarà decisivo anche l’importo delle offerte.

 

 

Juventus Calciomercato Bernat

Commenti

La Prima Pagina

Potrebbero interessarti