Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

0

Juventus, inarrestabile Emre Can

Nonostante il ko alla schiena è stato il più presente nel Liverpool dal 2014. Il tedesco è un giocatore instancabile, che garantisce ai suoi allenatori sempre grande continuità

di Marina Salvetti domenica 24 giugno 2018

TORINO - Emre Can ha chiuso la sua avventura al Liverpool giocando per pochi minuti la finale di Champions contro il Real Madrid. Una presenza che è stata più che altro la testimonianza della guarigione da un brutto mal di schiena che lo ha tormentato da metà marzo costringendolo a un lungo stop. E’ stato l’infortunio più serio da quando, nell’agosto 2014, ha indossato la maglia del Liverpool ma, nonostante le undici partite saltate in questa stagione, Emre Can mantiene un record con i Reds: è il giocatore, portiere escluso, con più presenze nelle quattro annate a Liverpool in Premier League. Più del capitano Jordan Henderson, più del brasiliano Coutinho, l’ala passata però a gennaio al Barcellona, più dell’attaccante Roberto Firmino, il quale è arrivato soltanto dal 2015 con il tecnico Jurgen Klopp, più del difensore Dejan Lovren, altra colonna dei Reds (dati Opta). Con 115 presenze in campionato, impreziosite da 10 gol, Emre Can mette in fila dietro di sé tutti i compagni di squadra: una garanzia anche per Massimiliano Allegri perché il centrocampista tedesco, di origini turche, è uno che non si ferma mai.


STAKANOVISTA - Si allunga perciò la lista delle qualità del nuovo acquisto della Juventus. Non sono soltanto la versatilità, la potenza fisica, la solidità e la sua disciplina tattica gli ingredienti, che la Juventus tradizionalmente apprezza e sa sfruttare, ad aver fatto grande il tedesco, ma anche la sua inarrestabilità. Emre Can è uno stakanovista che macina minuti e presenze, instancabile.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Juventus Calciomercato Emre Can

Commenti

La Prima Pagina

Potrebbero interessarti