Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juve in Usa: ancora Favilli, poi successo ai rigori
© Juventus FC via Getty Images
0

Juve in Usa: ancora Favilli, poi successo ai rigori

Contro le MLS All Stars finisce 1-1 al 90' (a segno l'ex granata Martinez). Dagli 11 metri nessun errore bianconero: l'ultimo centro, decisivo, è di De Sciglio

dal nostro inviato Fabio Riva giovedì 2 agosto 2018

ATLANTA (Georgia, Stati Uniti) - Autentico show al Mercedes Benz Stadium: soprattutto prima del match, per la verità. Ma tant’è: in questa fase della stagione non si scappa, le gambe sono pesanti e non seguono in tutto e per tutto i buoni propositi del cervello. Tra fuochi d’artificio e giochi di luce - nel 6-4 dopo i rigori, 1-1 al 90’, tra MLS All Stars e Juventus - Favilli trova comunque modo di siglare il suo terzo gol in tre partite. Sull’assit dell’ottimo Pereira. Piuttosto brioso anche Bernardeschi, mentre tra i meno positivi occorre segnalare Alex Sandro (impreciso). Quanto ai rivali dei bianconeri, sfizio personale dell’ex granata Josef Martinez (suo il gol del pari) mentre Giovinco - spezzone a metà partita - non lascia il segno. Alla fine, comunque, dicevamo, ai rigori la spunta la Juventus (come contro il Benfica) mettendo di fatto in archivio la terza vittoria. Decisivo il penalty trasformato da De Sciglio dopo il palo colpito da Wright Phillips.

Nel primo tempo la Juve tiene bene botta nonostante si trovi ad affrontare una squadra decisamente più in palla fisicamente, sia pure di tasso tecnico assai inferiore. Bernardeschi cerca il gol in due occasioni, con tiro dalla distanza. Mentre Favilli, tanto per cambiare, il gol lo trova: Pereira lo serve con un perfetto cross calibrato dalla sinistra, lui anticipa Long e beffa Guzan. Non che le All Stars siano state a guardare, però. E men che meno lo fanno dopo il gol bianconero: alla traversa colpita da Long (il punteggio era ancora sullo 0-0) fa seguito la rete del pari. Una sorta di gollonzolo in cui probabilmente Szczesny ha qualche colpa nel momento in cui non riesce a deviare sopra la travesra, bensì a pochi metri da lui, un tiro dalla distanza scatenando così una serie di rimpalli e successivo tap in di Fernandez. Avanti con alcune azioni pericolose delle All Stars che, appunto, negli uno contro uno e nelle ripartenza in velocità riescono ad avere la meglio. 

Nella ripresa le sostituzioni prendono il sopravvento sulle azioni. Non manca tuttavia qualche guizzo, soprattutto su sponda bianconera: ma Rugani e Cancelo sono imprecisi. Mentre Di Pardo si fa ipnotizzare da Steffen dopo esser partito, però, in lieve posizione di fuorigioco. Le All Stars devono invece strozzare l’esultanza in gola allorché Benatia salva sulla linea una conclusione di Darwin Quintero. Ai rigori, poi, la Juve non sbaglia un colpo.

MLS ALL STARS-JUVENTUS 4-6 DCR (1-1)

MARCATORI: pt 21’ Favilli, 26’ Martinez

SEQUENZA RIGORI: Fagioli gol; Zusi gol; Beltrame gol; Yotun gol; Kastanos gol; Valeri gol; Fernandes gol; Wright Phillips palo; De Sciglio gol

MLS ALL STARS (4-2-3-1): Guzan (1’ st Steffen); Murillo (10’ st Zusi), Ciman (1’ st Hedges), Calvo (32’ Davies; 18’ st Yotun), Long (17’ st Parkurst); Adams (32’ Dos Santos; 17’ st Zahibo), Ring; Piatti (32’ Barco; 17’ st Quintero), Almiron (1’ st Valeri), Vela (1’ st Elis); Martinez (32’ Giovinco; 17’ st Wright Phillips). All. Martino

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny (1’ st Perin); Cancelo (29’ st Di Pardo), Barzagli (1’ st Benatia), Rugani, Alex Sandro (1’ st De Sciglio); Khedira (1’ st Fagioli), Pjanic (1’ st Fernandes), Emre Can (1’ st Kastanos); Bernardeschi (1’ st Clemenza), Favilli (1’ st Beltrame), Pereira (20’ st Beruatto).  All. Allegri 

NOTE: circa sessanta mila spettatori. Ammoniti: Alex Sandro. Corner 4-2.

juve Usa Favilli Giovinco

Commenti

Potrebbero interessarti

La Prima Pagina