Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juveslavia: Pjanic e Mandzukic show, Lazio ko. E CR7 fa l'assist di tacco
© www.imagephotoagency.it
0

Juveslavia: Pjanic e Mandzukic show, Lazio ko. E CR7 fa l'assist di tacco

La sblocca il bosniaco con una prodezza da fuori, il raddoppio nella ripresa su azione di Cristiano Ronaldo che cerca il gol ma non lo trova. Anche per colpa di Strakosha

 Elvira Erbì sabato 25 agosto 2018

TORINO - La Juve batte anche la Lazio (2-0, gol di Pjanic e di Mandzukic) e fa festa allo Stadium anche se Cristiano Ronaldo non trova la via della rete. Il portoghese ci prova, eccome, ma è sfortunato. E si vede sul volto quanto ci tenga e si rammarichi, soprattutto nella ripresa quando una carambola di tacco favorisce il raddoppio del croato. Gara non facile in avvio, con Szczesny attento. Non è semplice superare il muro laziale e la sblocca Pjanic da fuori al volo: una prodezza per rompere l'equilibrio. La squadra di Allegri ha il possesso, rischia in qualche occasione: Chiellini è il dominatore dietro. Buona prova di Cancelo a destra, Matuidi è un mundial che ringhia, mentre davanti manca ancora la miglior intesa. E' chiara la volontà di CR7 di cercare il gol, ma mai a discapito del gioco di squadra. Ci prova con un tiro, su punizione, di testa e in infilata: niente. Strakosha gli nega la gioia con un grande intervento. E quando Cristiano si invola, quasi incespica: ma dal tacco nasce l'appoggio per SuperMario che gode e buca la rete. Non è ancora la miglior Juve, manca un po' di ritmo, c'è qualche errore di troppo ma le armi a disposizione sono tante, da Bernardeschi a Douglas Costa. Come a Verona, i cambi danno sostanza. Emre Can davanti alla difesa è un'idea che il tecnico ha in testa. E con Bentancur sono muscoli pesanti. Alla prossima per vedere se si sblocca Cristiano, già in palla eh.


LE SCELTE - Allegri conferma la difesa a 4 vista a Verona, ma cambia centrocampo e attacco. Il campione del mondo Matuidi con Khedira e Pjanic in mezzo. Davanti con CR7 ecco Mandzukic e Bernardeschi dal primo minuto. In panchina la fantasia di Cuadrado e Douglas Costa. Nella Lazio gli osservati speciali sono Milinkovic Savic e Immobile, al rientro c'è Leiva il play importantissimo. L'atmosfera è elettrica: sugli spalti anche striscioni per incoraggiare Bonucci, il figliol prodigo. Naturalmente ovazioni per Cristiano Ronaldo al debutto  nella sua nuova casa, uno Stadium caldissimo. Oltre al ct azzurro Mancini con Oriali, si nota in tribuna anche gli ex allenatori dell'Italia Conte e Ventura.



MIRALEM GOL - La Juve spinge e sbaglia. La Lazio punge con Lulic: Szczesny si distende e manda in angolo. Chiellini nel frattempo rifila un pestone a Immobile che zoppica. Al 17' Strakosha rischia un po'. Al 19' grande azione Juve e palo di Khedira, poi tiro di Bernardeschi e super parata del portiere laziale. Il tifo si infiamma. Il capitano bianconero è bravissimo a fermare un'azione degli ospiti, tra gli applausi recupera in scivolata. Wallace monta una buona guardia su Cristiano e la gara si fa tosta anche per il Pallone d'oro.  E al 30' la Juve passa con uno splendido tiro di Pjanic al volo da fuori. In tribuna, si alza in piedi anche il presidente Andrea Agnelli: sorrisi e battimani per la prodezza del bosniaco. Guizzo di Immobile al 34', ma la conclusione è a lato. Szczesny ancora protagonista in uscita: è un momento di sbandamento dei campioni d'Italia. Anche CR7 interviene in copertura e Matuidi è un mastino che lotta su ogni palla. Tiro del portoghese al 41': rasoterra centrale e senza problemi per Strakosha. Fallo di Milinkovic su Bonucci e lo Stadium chiede il giallo, ma Irrati non è dello stesso avviso. L'ammonizione va ad Alex Sandro che spinge Marusic. Da Sergej a Parolo che di testa mette i brividi ai bianconeri. Il primo tempo finisce così con la Juve avanti 1-0 grazie alla splendida rete di Pjanic.    

SUPER MARIO - Lazio a caccia del pari e cambi in vista con Badelj e Correa che si scaldano dopo dieci minuti ed entrano. I bianconeri soffrono un po', Alex Sandro spazza alla meglio. Anche Allegri prepara la mossa: Douglas Costa per Bernardeschi. Luis Alberto spaventa lo Stadium con un tiro da fuori: è allarme. La prima punizione di CR7 va sulla barriera, poi Chiellini di testa impegna Strakosha. Zuccata anche del portoghese: fuori. Esce Pjanic, autore del gol, ed entra Emre Can: Allegri cerca solidità e forze fresche. Lampo di CR7: Strakosha manda in angolo. Ma che prodezza il portoghese... Ancora lui dopo l'angolo, ma non riesce a deviare. CR7  agevola il raddoppio Juve al 75': diventa un assist di tacco per Mandzukic  che insacca. La faccia di Cristiano è tutta un programma: voleva segnare il suo primo gol in Italia e se ne dispiace. Sotto 2-0, Inzaghi pensa di cambiare Milinkovic. Buon tiro di Bentancur nel finale e ancora CR7 a deliziare per i compagni. Finisce 2-0 e i campioni tricolori restano in vetta a punteggio piano. Aspettando il primo gol dell'extraterrestre che si rende conto quanto sia dura in Italia.

Le formazioni iniziali
Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Mandzukic, Ronaldo. All. Allegri
Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. All. S. Inzaghi

Juventus lazioa Pjanic Mandzukic Cristiano Ronaldo

Commenti

Potrebbero interessarti

La Prima Pagina