Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

0

Vieri: «CR7 è il più forte. Ecco con chi lo farei giocare...»

L'ex bomber azzurro dà consigli ad Allegri e fa le carte al campionato: «Napoli, troppo presto per il turnover. Inter da scudetto? Non esiste l'anti-Juventus»

lunedì 3 settembre 2018

MILAN E NAZIONALE - C'è spazio anche per il Milan e per la Nazionale: «Cutrone può coesistere con Higuain? Sono due centravanti puri, quindi in teoria no, ma negli ultimi minuti, come contro la Roma, possono giocare insieme. Mancini è l'uomo giusto per la panchina azzurra? Sì, è bravissimo, ha grande esperienza, è stato uno dei migliori giocatori italiani e sa cosa deve fare: ha convocato molti giovani che è  la cosa fondamentale. Ci vorrà del tempo ma piano piano l'Italia tornerà a essere l'Italia. Convinto da Balotelli? Così e così. Si stava meglio prima o adesso? Stavo meglio prima quando giocavo. Quando sono partito dall'Australia per l'Italia avevo due sogni: giocare in Serie A e in Nazionale. Li ho realizzati e sono felice. Le tante squadre cambiate? In quei momenti dovevo prendere delle decisioni e le ho prese, alcune volte ho fatto bene altre meno ma non rimpiango niente. Il più forte con cui ho giocato? Ronaldo il 'Fenomeno'. Era velocissimo con una tecnica incredibile. Poi Mancini che era il mio idolo da bambino, Zidane, Del Piero, Totti, Inzaghi, Montella, Salas, Boksic, Crespo, Recoba: tutti grandissimi giocatori».

VITA PRIVATA - Ultimi pensieri per la sua vita privata e per vecchi "nemici" e amici: «La gravidanza della mia compagna? Fra poco diventerò papà e non vedo l'ora, è la cosa più bella che mi potesse capitare. A fine novembre arriverà una bimba. Ci sarà mai un chiarimento con Moratti? Non lo so, se mi invitasse per un caffé, lo prenderei macchiato caldo. Lotito? Non lo conosco. Legato alle squadre dove ho giocato? Sì, seguo con grande affetto tutte le mie ex squadre. Sono state tutte esperienze importanti per la mia crescita. Il ritorno di Maldini al Milan? Era ora. Lui ha fatto tutta la vita lì, ama il Milan ed è giusto che sia tornato».

(in collaborazione con Italpress)

Serie A Juventus Inter napoli Milan

Commenti

Potrebbero interessarti

La Prima Pagina