Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Douglas Costa e lo sputo: «Un giorno infelice, non ero in me»
© Marco Canoniero
0

Douglas Costa e lo sputo: «Un giorno infelice, non ero in me»

L'attaccante torna a parlare dell'episodio accaduto durante Juve-Sassuolo: «Non avevo mai fatto niente del genere in 10 anni di carriera»

mercoledì 14 novembre 2018

TORINO "E' stato un giorno poco felice, non ero in me. Non avevo mai fatto una cosa del genere in 10 anni di carriera". Così l'attaccante della Juventus Douglas Costa parlando dal ritiro della nazionale brasiliana torna sullo sputo a Di Francesco del Sassuolo con conseguente squalifica di 4 giornate e l'esclusione dalla nazionale. "Ho parlato con il ct e con il club, mi sono scusato per quello che è successo ma ora spero di lasciarmi tutto alle spalle", ha aggiunto rispondendo alle domande della stampa brasiliana.

IL RITORNO CON IL BRASILE - Sul ritorno nella Seleçao, Douglas Costa ha quindi dichiarato: "È sempre stato un sogno far parte della nazionale. Cerco sempre di conquistare più spazio, quello che voglio è giocare per il Brasile nei prossimi anni perché per un calciatore è la più grande soddisfazione". Sul recente Mondiale, l'attaccante juventino conclude: "Pensare allo scorso Mondiale fa ancora male, ma ora dobbiamo concentrarci sulla Coppa America".

Juventus Douglas Costa

Commenti

La Prima Pagina