Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juventus spietata a Firenze: 3-0 con Bentancur, Chiellini e Cristiano Ronaldo
© /Agenzia Aldo Liverani S.a.s.
0

Juventus spietata a Firenze: 3-0 con Bentancur, Chiellini e Cristiano Ronaldo

La squadra di Allegri vince in scioltezza. E CR7 riposa negli ultimi minuti

di Guido Vaciago sabato 1 dicembre 2018

FIRENZE - E’ troppo forte. Nemmeno una trappola come la trasferta a Firenze, sempre insidiosa, mette minimamente in crisi la Juventus che infila la tredicesima vittoria su quattordici partite: un altro cazzotto al campionato che traballa, perché diventa difficile ipotizzare qualcosa che possa frenare la squadra di Allegri. Ha qualità, solidità, cattiveria agonistica, concentrazione e una voglia di vincere inesauribile. Così diventa difficile per tutti.

E la Fiorentina risulta una delle squadre più insidiose fra quelle incontrate finora dalla Juventus. Forse neppure il Napoli, che pure allo Stadium era passato in vantaggio, ha reso così difficile la vita ai bianconeri. I viola la buttano su velocità e intensità, che applicano in un’aggressione altissima con reparti serrati. Per venticinque minuti la Fiorentina si lancia contro la Juventus (occasione di Benassi in apertura, Simeone sciupa davanti a Szczesny all’8’), per schiantarsi contro la solidità della squadra di Allegri, che contiene l’esaltato incipit viola e poi prende in mano la partita per portarsela a casa.
Nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo la Juventus occupa militarmente la metà campo avversaria e inizia una pressione, sostenuta dalla soverchiante qualità dei suoi giocatori. Nella linea mediana Allegri ha messo Cuadrado, che altrove farebbe la punta. Cancelo è un’ala che fa il terzino. Dybala, uno dei fenomeni della squadra, svolge compiti operai di raccordo fra i reparti, ma ci mette tutta la sua classe. La difesa della Fiorentina soffre, è spesso costretta al fallo e poi capitola quando uno scambio delizioso fra Bentancur e Dybala consente al primo di liberarsi con eleganza al limite dell’area per incrociare il tiro che porta all’uno a zero.
 
 
SECONDO TEMPO - La ripresa rivede una Fiorentina convinta, ma frustrata nei suoi tentativi dalla blindatura della difesa juventina, dove Chiellini bullizza un Simeone inesistente e dove Chiesa trova Szczesny pronto sull’unica conclusione davvero pericolosa. Poi la Juventus riprende il controllo della partita e dopo un paio di tentativi trova il raddoppio con con una traiettoria bizzarra di Chiellini che colpisce in area dopo un corner di Dybala, Lafont sfiora la palla che prende un giro stranissimo e carambola in rete. La partita finisce lì e non perché la Fiorentina si arrende, ma perché la Juventus serra ancora di più le fila, Mandzukic va fare l’esterno sinistro sacrificandosi e la squadra non smette di attaccare. Così proprio il croato trova il rigore, vedendosi respinto un suo cross dal braccio larghissimo di Edimilson (Orsato ineccepibile per tutta la partita). Batte Ronaldo che con violenza e precisione micidiale firma il decimo gol in campionato.

Juventus Fiorentina Cristiano Ronaldo Bentancur chiellini

Commenti

La Prima Pagina