Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juve, vinci e tifa Italia ma senza esagerare...
© Juventus FC via Getty Images
0

Juve, vinci e tifa Italia ma senza esagerare...

A patto di arrivare primi, ai bianconeri conviene che Napoli e Inter passino come seconde. O si rischia una mina vagante

di Sergio Baldini martedì 11 dicembre 2018

TORINO - Da «Arrivare primi non vuol dire beccare squadre meno forti», post Juventus-Valencia, a «Il primo posto, visti gli altri gironi, è molto importante», pre Juventus- Inter. Cosa ha fatto mutare opinione a Massimiliano Allegri? Semplice, quello che lui stesso ha detto nell’inciso della seconda frase: i risultati delle altre partite di Champions di quella sera e del giorno seguente hanno prodotto classifiche quasi sempre ben definite, con tutte le più forti saldamente in testa. Nessuna seconda terribile come nella scorsa edizione, quando a qualificarsi nella posizione meno nobile furono Real Madrid e Bayern Monaco, che poi agli ottavi fecero fuori Paris Saint-Germain e Besiktas, vincitrici dei loro gironi ma sfortunate al sorteggio.

MINE VAGANTI - Real Madrid e Barcellona sono matematicamente primi, al Manchester City basta un pari in casa con l’Hoffenheim ultimo, al Bayern serve non perdere in casa dell’Ajax, che altrimenti lo sorpasserebbe. Chiudendo a sua volta prima (risultato aritmetico vincendo a Berna), la Juventus eviterebbe dunque il rischio di incrociare agli ottavi un’altra delle favorite. Anche conquistare il girone, però, non metterebbe del tutto al riparo da qualche mina vagante: dopotutto si tratta degli ottavi di Champions League. Una uscirà sicuramente dal Gruppo A, dove l’Atletico Madrid è primo con 2 punti sul Dortmund: il Borussia può far male a qualsiasi difesa con la velocità di Sancho, Reus e Pulisic, ma l’Atletico di Simeone sarebbe sicuramente l’avversario più ostico.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Commenti

La Prima Pagina