Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Juventus-Ramsey: ora ci siamo. Ecco i tempi e le cifre
© AFPS
0

Juventus-Ramsey: ora ci siamo. Ecco i tempi e le cifre

Paratici ci prova a gennaio. L'Arsenal, per il momento, resiste

di Antonino Milone giovedì 10 gennaio 2019

TORINO - Aaron Ramsey non corre, fuori dal campo. La fatica, il sudore, l’impegno è riservato alle battaglie sul prato, come accade da quando a nove anni indossò la maglia del Cardiff City dove si sciroppò tutte le tappe di un’ascesa che grazie ad Arsene Wenger trovò la sua consacrazione. Lontano dalla corrida di Premier e Coppe, il nazionale gallese non mette fretta a nessuno. Del resto, sarebbe ingiusto farlo nei confronti di un club, l’Arsenal, dove si è sentito costantemente a casa. Almeno fino all’estate scorsa, quando Unai Emery - il tecnico delle tre Europa League consecutive messe in fila dal Siviglia - non ha preso le redini del gruppo. Man mano il feeling tra giocatore e allenatore s’è incrinato, fino all’ultima presenza di Ramsey, datata 5 gennaio in FA Cup sul campo del Blackpool: non esattamente un premio alla carriera del calciatore, né un match equiparabile a un Charity Shield qualsiasi. Ecco perché, in chiave mercato, c’è soltanto da attendere il naturale corso degli eventi.

Juventus

Commenti

La Prima Pagina