Schick, tutta la verità tra dubbi Juve e "finanza creativa" Roma
© Nicol├▓ Campo/LaPresse

Schick, tutta la verità tra dubbi Juve e "finanza creativa" Roma

In estate Marotta è perplesso per i problemi fisici, poi torna alla carica, ma Monchi la spunta con una super (e articolata) offerta alla Samptwitta

sabato 23 dicembre 2017

di Fabio Riva

TORINO - Classico episodio di “sliding doors”. E pure di... tapis roulant. Nel senso che davvero, la scorsa estate, Patrick Schick ha affrontato uno di quei tipici casi della vita in cui una circostanza più o meno casuale può indirizzare la tua esistenza in un senso (Juventus) o in un altro (Roma). E il tapis roulant che c’entra? C’entra nella misura in cui l’attaccante ceco - lo scorso 22 giugno - ha fatto in tempo a sentirsi un giocatore juventino poco più che la durata d’una corsa (e successive visite di rito) sull’attrezzatura del J-Medical. Poco dopo gli esiti degli esami hanno indotto la dirigenza a iniziare a coltivare alcuni dubbi sulla salute di Schick, al punto da ritirare l’offerta di 30,5 milioni di euro alla Sampdoria.

Figurarsi la doccia fredda per il giocato nuovo tormentone con crescendo ricco di suspense degno d’un thriller d’autore. Ancora Schick al centro del mercato, conteso tra Inter, Roma e... Juventus. La giornata più rovente, quella del 25 agosto. Mentre a Roma attendevano una risposta (in giornata) dagli agenti di Schick, questi a Genova incontravano i dirigenti bianconeri: ora sicuri del fatto che i problemi fisici del blucerchiato fossero risolvibili in tempi brevi e decisi a riproporre alla Samp l’offerta di 30 milioni di euro e poco più.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SU TUTTOSPORT IN EDICOLA

Tags: schick

Tutte le notizie di Calciomercato

Approfondimenti

Commenti