Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Milan, closing in bilico. Ma i cinesi: «Stiamo lavorando per chiudere»
© www.imagephotoagency.it

Milan, closing in bilico. Ma i cinesi: «Stiamo lavorando per chiudere»

Galliani: «Il passaggio non si chiuderà oggi». L'ad rossonero durante l'assemblea dei soci a Casa Milan risponde alle domande dei piccoli azionisti. E Fininvest confermatwitta

venerdì 3 marzo 2017

MILANO -  I cinesi di Sino-Europe Sports hanno ancora qualche giorno di tempo per tenere in vita la trattativa per l'acquisto del Milan, che non hanno potuto completare oggi per mancanza di fondi. Non è infatti ancora stato trovato l'accordo con Fininvest per la proroga di un mese del closing: secondo quanto filtra, gli advisor delle due parti sono al lavoro per la stesura del nuovo contratto, che dovrebbe impegnare il misterioso gruppo di Yonghong Li a versare una seconda caparra da 100 milioni di euro a Fininvest entro venerdì prossimo, nonché a presentare una serie di garanzie finanziarie. Fininvest, come spiegato nell'assemblea dei soci in mattinata, "sta valutando positivamente la possibilità di arrivare a un accordo per la cessione Milan in tempi brevi", ma l'impressione è che se non verrà trovata un'intesa entro giovedì la trattativa sia destinata a saltare, con i cinesi che perderebbero i 200 milioni di euro già versati alla holding della famiglia Berlusconi.

IL COMUNICATO DEI CINESI - "Nel manifestare il proprio disappunto per i ritardi nella finalizzazione del closing, dovuti a cause al di fuori del suo controllo, SES conferma di essere fortemente impegnata a continuare a lavorare con Fininvest per raggiungere il closing il prima possibile e che un dettagliato piano di investimenti è già pronto": è quanto afferma in una nota Sino-Europe Sports, la società cinese impegnata nella complessa trattativa per l'acquisto del Milan. La società interviene con un comunicato ufficiale sulle notizie circolate in giornata secondo cui il presidente Yonghong Li a fine anni Novanta sarebbe stato al centro di una colossale truffa ai danni di 18 mila risparmiatori. "Con riferimento alle notizie pubblicate oggi da un quotidiano italiano che riprendono un vecchio articolo cinese e riguardanti supposte pendenze passate riferite a Yonghong Li - si legge nella nota -, SES con fermezza informa che queste notizie sono completamente prive di fondamento".

TEMPI - «Il closing non sarà oggi». Adriano Galliani conferma lo slittamento della chiusura della trattativa tra Fininvest e Sino-Europe Sports: oggi non sarà il giorno del cambio di proprietà del Milan. «Si valuta l'accordo per la cessione in tempi brevi», ha aggiunto l'ad durante l'assemblea dei soci appena conclusa, confermando le indiscrezioni trapelate su una possibile proroga concessa al gruppo cinese. 

RISPOSTE - Galliani ha risposto alle domande dei piccoli azionisti del Milan che chiedevano maggiore chiarezza e trasparenza sulla trattativa. «Non ho alcun diritto per dare risposte, perché non rappresento Fininvest. Io mi occupo del Milan, non sono un amministratore di Finivest. La trattativa è condotta da Fininvest con SES e in questa vicenda l'amministratore delegato del Milan non è soggetto ma mero oggetto della trattativa». Poi ha aggiunto: «Con tutta la buona volontà, non posso rispondere a domande su a che punto siamo, che cosa succederà, quale sarà il futuro di AC Milan, perché non lo conosco. Se il Milan verrà o non verrà ceduto non dipende certamente da me. Se mi sento preso in giro? Assolutamente no».

DONNARUMMA - A chi gli ha chiesto informazioni sul futuro di Donnarumma, Galliani ha risposto così: «Non siamo al bar, è un'assemblea. Non è un tema all'ordine del giorno».

DONNARUMMA PUO' INFRANGERE I RECORD DI CALCIOMERCATO

ASSEMBLEA CHIUSA - L'assemblea si è chiusa poco dopo le 10. Fininvest, che detiene il 99,93 per cento del Milan, ha confemato che "non si sono verificate le condizioni" per la stipula del contratto di cessione del club e quindi "il closing non potrà avere luogo in data odierna come previsto". Di conseguenza, la controllante ha proposto e ottenuto di non procedere ad alcuna deliberazione sui punti all'ordine del giorno (che riguardavano il passaggio del Milan a SES). Si lavora a una proroga di un mese del closing in cambio di una terza caparra da 100 milioni. "Fininvest precisa comunque che sta valutando positivamente la possibilità di stipulare un accordo con SES al fine di giungere alla cessione della propria partecipazione in AC Milan in tempi brevi", è il messaggio della holding della famiglia Berlusconi.

I DUBBI DI BERLUSCONI

 

Tags: Notizie MilanMilanGalliani

Tutte le notizie di Milan

Approfondimenti

Commenti