Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Milan, Donnarumma: «Mai detto di aver subito violenza morale»
© www.imagephotoagency.it

Milan, Donnarumma: «Mai detto di aver subito violenza morale»

Il portiere, dopo la contestazione di ieri sera a San Siro, ha partecipato alla festa di Natale del settore giovanile. Presenti anche i vertici del clubtwitta

giovedì 14 dicembre 2017

MILANO - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: «Sono un tifoso del Milan». Ha fatto a tutti gli auguri di «buon Natale», ha ammesso di «sognare un gol come quello fatto da Brignoli», sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati. Gianluigi Donnarumma è arrivato per ultimo, assieme al fratello Antonio, alla festa di Natale del settore giovanile a San Siro. Il portiere ha riservato sorrisi ai giovani tifosi del Milan, un lungo abbraccio con il responsabile del vivaio Filippo Galli e con il capitano Leonardo Bonucci (che ieri sera lo ha consolato dopo la contestazione di San Siro) e poi ha avuto una lunga chiacchierata con la leggenda rossonera Franco Baresi.

Poi, in serata, su Instagram ha chiarito il suo pensiero dopo le indiscrezioni circolate negli ultimi giorni sul suo futuro: «Non ho mai detto né scritto di aver subito violenza morale quando ho firmato il contratto».

Presenti anche l'ad Marco Fassone, il ds Massimiliano Mirabelli, l'Executive Director David Han Li, il Club Manager Cristian Abbiati, Gennaro Gattuso e una nutrita schiera di giocatori della prima squadra.

Tags: DonnarummaBonucci

Tutte le notizie di Milan

Approfondimenti

Commenti